FORLI' - Crisi Provincia, Nervegna (Fi): ''Quanto accade è nauseante''

FORLI' - Crisi Provincia, Nervegna (Fi): ''Quanto accade è nauseante''

FORLì – “Quanto messo in scena dal centrosinistra in giunta provinciale è nauseante: dimissioni annunciate e non rassegnate (in perfetto stile 1^ Repubblica) da Moretti, Castagnoli, Garbugli e Collareta , Alni che prima di fatto si autocandida e poi rinuncia alla disponibilità di ricoprire il ruolo di assessore al posto di Riguzzi gettando fango sui colleghi di partito e svelando che Bulbi e il gruppo dirigente dei DS gli avevano chiesto di dar loro una mano che da soli non fossero in grado di governare un’istituzione pubblica. Tutto questo è scandaloso”.


Questa è il commento del capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale e consigliere regionale Antonio Nervegna alla notizia che Alni ritira la sua auto candidatura in giunta provinciale..


“La rinuncia di Alni segna un solco profondo e definitivo all’interno del Pd, preannuncia un regolamento di conti che si concluderà soltanto in occasione delle prossime elezioni, politiche anticipate o amministrative che siano. Laddove si renderà ovvia la scelta di Bulbi di rinunciare al reincarico in alternativa all’opzione parlamentare magari in quota Letta. Comunque, da questa querelle emerge ancora più sconcertante la spaccatura all’interno del Pd fra ex Ds ed ex margheritini e fra la ‘vecchia guardia’ del partito e i ‘ribelli’ che già questa estate avevano annunciato le dimissioni di massa se fosse stata accolta l’opzione Alni. Altro che nuova stagione politica … è il caos”: aggiunge Antonio Nervegna.


“Ma è soprattutto una vergogna il fatto che questi politici-politicanti di professione mettano a ferro e fuoco le istituzioni democratiche congelando ruoli e funzioni – a causa di dimissioni annunciate e magari poi ritirate - e finanche rallentando l’obbligo giuridico della gestione dell’ordinaria amministrazione. Utilizzano l’ente come fosse cosa loro con una (vecchia) maniera politica che porta al disinteresse per i fatti dei partiti nell’opinione pubblica. Questo sì legittima più di mille prove documentarie l’inutilità di enti pubblici come le Province. Questo almeno finchè saranno governate da personalità come Bulbi e compagni…” conclude Antonio Nervegna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -