FORLI' - Domani sera al 'Fabbri', Mariangela Gualtieri all'Incontro con l'autore della Fondazione

FORLI' - Domani sera al 'Fabbri', Mariangela Gualtieri all'Incontro con l'autore della Fondazione

FORLI' - Appuntamento mercoledì 11 aprile, alle 21, al Teatro Diego Fabbri di Forlì per il quarto “Incontro con l’Autore” del 2007. La rassegna promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì ospiterà infatti la raccolta di poesie di Mariangela Gualtieri,”Senza polvere, senza peso”, edita nella prestigiosa “Collana Bianca” della casa editrice Einaudi.

Prima di dialogare, come di consueto, con il prof. Giovanni Tesio, la drammaturga cesenate porterà in scena lo spettacolo “Cattura del soffio”, che la vede protagonista con il gruppo forlimpopolese dei “Bevano Est”.


"Spero che l’aver scritto queste parole mi esoneri dall'essere attrice” osserva Mariangela Gualtieri. “Mi prendo la libertà di un colpo di tosse in scena. Mi prendo la libertà di tenere le mie inflessioni romagnole, senza le quali sarei una persona in forte disagio, in forte stato di lontananza da casa, di lontananza dal suo centro, unico solenne luogo dal quale può fare dono di sé. A chi pensa che per questo ci si troverà di fronte ad una noiosa lettura di autore, posso dire che non sarà così. In primo luogo perché la musica dei Bevano Est è bella, è viva, è rustica e raffinata. Poi perché c'è una regia sapiente, che appena scivolo dalla parte dell'autore mi bastona con precisione. E in fine perché i versi che leggerò sono nati molto vicino alla scena, e conoscono la sofferenza di uno spettatore costretto in poltrona. Vorrei che fosse una festa delle orecchie, una semplice lieta festa di chi ode, ode esattamente, profondamente tutte le sfumature del suono, le sue parti tonde, le pendenti, le molli. Col capogiro della parola".


Nata a Cesena, Mariangela Gualtieri si è laureata in architettura all’IUAV di Venezia. Nel 1983 ha fondato, insieme a Cesare Ronconi, il Teatro Valdoca, di cui è drammarturga. Fra i testi pubblicati: Antenata (Crocetti, Milano 1992), Fuoco Centrale (I Quaderni del Battello Ebbro, Bologna 1995), Sue Dimore (Palazzo dell’Esposizioni di Roma, Roma 1996), Nei Leoni e nei Lupi (I Quaderni del Battello Ebbro, Bologna 1996), Parsifal (Teatro Valdoca, Cesena 2000), Chioma (Teatro Valdoca, Cesena 2000), FUOCO CENTRALE e altre poesie per il teatro, (Einaudi, Torino 2003), Senza polvere senza peso (Einaudi, Torino 2006), Sermone ai cuccioli della mia specie (l’arboreto, Mondaino 2006).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Bevano Est nasce nel Novanta come laboratorio di ricerca etnomusicale, all'interno della Scuola di musica Popolare di Forlimpopoli. Rustico e raffinato sono aggettivi che ben si addicono a questo gruppo, che della musica popolare conserva la vispezza, il brio, lo struggimento, gli eccessi, l'esortazione al ballo, con una attualità che arriva dalla lezione dei maestri contemporanei, ed una grazia compositiva che lo rende unico. Dal '94 collabora col Teatro Valdoca, per il quale ha composto ed eseguito in scena le musiche di Parole porte parole ali e di Fuoco Centrale.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -