FORLI' - Elezioni, i candidati cattolici a confronto in parrocchia

FORLI' - Elezioni, i candidati cattolici a confronto in parrocchia

FORLI’ - Almeno cento persone, fra cui molti giovani, hanno preso parte domenica 6 aprile, nel salone di San Paolo Apostolo, all’incontro promosso dalle parrocchie forlivesi dei Cappuccinini, della Pianta e della stessa San Paolo, sul tema: “Verso le elezioni politiche 2008”. Intervistati dal giornalista Rai Roberto Zoli, Laura Bianconi del “Popolo delle Libertà”, Andrea Pasini dell’“Unione di Centro” e Liviana Zanetti del “Partito Democratico” hanno dato vita ad un confronto serrato su programmi, idee e principi espressi dai rispettivi schieramenti.


Oltre ai candidati, tutti dichiaratamente cattolici, protagonista della serata è stato il conto alla rovescia digitale proiettato sul palco dei relatori, che ha scandito implacabilmente l’arco temporale di ciascuna risposta. Gli argomenti affrontati sono fra i più sentiti dall’italiano medio: famiglia e vita, immigrazione, solidarietà e sicurezza, pensioni, stipendi e carovita, e, infine, ambiente ed energia. Se la Zanetti ha espresso l’intendimento di impegnarsi, una volta eletta, su temi a lei congeniali come questione giovanile, educazione e scuola, la senatrice Bianconi ha dichiarato di voler continuare ad occuparsi di sanità e salute, tenendo sempre alto il vessillo dei valori e dell’etica cattolica.


Il geometra Pasini, l’unico candidato di servizio, ha espresso l’importanza programmatica data dal suo raggruppamento alla tutela della vita sin dal concepimento. Senza dimenticare altre importanti priorità d’intervento, come la famiglia monoreddito con figli e i soggetti svantaggiati”. E se la Zanetti considera il suo Pd come “il partito dove le persone portano la loro esperienza di vita”, la Bianconi si è dichiarata lieta di lavorare in una formazione che mette l’uomo al centro della scena politica. “Per famiglia – continua la senatrice cesenate – intendo quella costituzionale fondata sul matrimonio”.


La futura senatrice del Pd ha invece manifestato la necessità di sostenere le unioni stabili con figli, riconoscendo alle persone povere benefit precisi dalla nascita sino alla vecchiaia. Di rilievo anche gli intendimenti espressi dai candidati sulla delicata vicenda dell’aborto. “Mi batterò – dichiara la Zanetti – per la piena attuazione della legge 194, ma anche per la tutela vera della maternità: è ora di dire basta alla discriminazione delle donne, costrette a lasciare il lavoro se rimangono incinte”. Nel settore privato sembra proprio essere una prassi corrente. Da par loro, Bianconi e Pasini hanno ribadito la volontà di difendere la vita sin dal concepimento.


Ma se l’esponente Udc ritiene che si debba spostare il baricentro della legge sulla prevenzione, la senatrice del Popolo della Libertà cassa drasticamente la 194, definendola “un omicidio”. Il problema della sicurezza: la Bianconi e Pasini sono concordi sulla necessità di dare diritti di cittadinanza agli stranieri solo quando questi hanno esplicitamente accettato i nostri capisaldi di civiltà. Inoltre, “gli immigrati clandestini senza lavoro né reddito certo vanno espulsi immediatamente”. La Zanetti allarga invece il raggio d’intervento, affermando che sicurezza e legalità non riguardano solo gli extracomunitari: “Con coloro che vengono a lavorare da noi – precisa – va sottoscritto un patto di cittadinanza, seguendo la loro integrazione passo passo”. Ma è divenuto improcrastinabile anche dare certezza al diritto e alla pena. Altro che indulto o domiciliari: “Chi ha sbagliato, italiano o straniero che sia, deve pagare per intero il suo debito con la società”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piero Ghetti

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -