FORLI' - Elezioni, in provincia oltre 8mila persone alle 'primarie' del programma del Pdl

FORLI' - Elezioni, in provincia oltre 8mila persone alle 'primarie' del programma del Pdl

Anche nella provincia di Forlì-Cesena s’è registrato un successo di partecipazione popolare alla manifestazione dell’1 e il 2 di marzo dei gazebo in piazza, con i simpatizzanti del centrodestra chiamati ad esprimersi sulle priorità del programma del Popolo della libertà presentato dal leader Silvio Berlusconi. Oltre 8mila i questionari raccolti in provincia, da cui è emerso in modo netto il tema della sicurezza come quello che più sta a cuore agli elettori del Cavaliere.


“Complessivamente, a Forlì, Cesena, Savignano, San Mauro, Bagno di Romagna, Meldola, Modigliana, Castrocaro, Gambettola ed anche in altre località sono stati sottoscritti 8.000 moduli - spiega Antonio Nervegna, coordinatore provinciale di Forza Italia -. Nonostante il maltempo della prima giornata siamo riusciti a creare le condizioni di una grande manifestazione democratica e di consultazione popolare, a definitiva dimostrazione che Forza Italia è un partito ben radicato nel territorio ed un’elevata capacità organizzativa e che in questa fase fornisce il massimo impegno nella costruzione politica e i sostegno alla lista del popolo della libertà”.


La consultazione si è svolta fornendo ai cittadini tre schede. Su ciascuna di esse erano elencati i cinque punti esemplificativi del programma relativamente alle tematiche di sicurezza, famiglia e sviluppo. I simpatizzanti dovevano indicare, riferendosi a una scala da 1 a 5, quale proposta ritenevano prioritaria rispetto alle altre.


“Migliaia di cittadini , a Forlì e Cesena e nelle principali città del comprensorio, hanno aderito all’invito di indicare quale dei punti previsti dal nostro programma su tre grandi temi, famiglia, sicurezza e tassazione dovranno essere realizzati in caso di vittoria nei primi 100 giorni di governo per metterci al passo con l’Europa e rilanciare il Paese messo in ginocchio dal Governo Prodi – spiega Nervegna - . E da una prima rilevazione possiamo già affermare che le priorità indicate dei cittadini della nostra provincia sono: il tema della sicurezza e la lotta all’immigrazione clandestina, l’abolizione dell’Ici sulla prima casa, la rivalutazione delle pensioni, le misure per abbattere il carovita, e la riduzione delle tasse e dell’Iva per i lavoratori”.


Mercoledì prossimo si svolgerà un vertice organizzativo tra le forze che compongono il Pdl alla presenza di Silvio Berlusconi, di Gianfranco Fini e degli altri leader per dar seguito alla volontà popolare.


“Queste primarie sulla priorità del programma traducono in realtà un impegno che il presidente Berlusconi aveva indicato come fondamentale per il nostro nuovo movimento politico: il coinvolgimento costante dei cittadini nelle scelte della politica. Credo che questo sia un fatto positivo, che il Popolo della Libertà svilupperà sempre di più e non solo durante la campagna elettorale”: conclude Antonio Nervegna .

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -