FORLI' - Filtri antiparticolato sui bus Atr, l'aria è più pulita

FORLI' - Filtri antiparticolato sui bus Atr, l'aria è più pulita

FORLI’ - Nel mese di dicembre è terminata l’installazione di 67 filtri AntiParticolato su altrettanti autobus ATR, che va ad aggiungersi ai 39 filtri CRT già installati, una tecnologia in grado di intrappolare e convogliare i gas di scarico in un dispositivo che cattura le particelle “cattive” bruciandole, cosa che si traduce per i cittadini e i viaggiatori in un complessivo miglioramento dell’aria e della qualità e vivibilità delle nostre città.


Il risultato di questa complessa tecnologia è la riduzione delle emissioni inquinanti; i filtri antiparticolato consentono, infatti, di ridurre il particolato-PM (oltre il 90%), il monossido di carbonio-CO (oltre il 90%) e gli idrocarburi incombusti-HC (fino al 69%).

La tecnologia FAP® è stata peraltro premiata da Legambiente e Regione Lombardia con il premio "Innovazione Amica dell'Ambiente 2003".


L’installazione di sistemi di filtraggio dei gas di scarico sugli autobus di Forlì-Cesena, per ridurre l’impatto inquinante dei motori diesel, in realtà non è una novità assoluta. Risale, infatti, al 2004-2005 l’ingresso, nel parco bus ATR, di 39 nuovi autobus già dotati di filtri CRT. Da allora, ATR ha dato un ulteriore, forte impulso allo sviluppo di questa soluzione tecnologica a vocazione ambientale, avendo acquistato altri 67 filtri antiparticolato, la cui installazione è stata fatta presso l’officina aziendale durante l’intero anno 2007, con il montaggio in retrofit mediamente di 10-11 filtri al mese, da luglio a dicembre. L’iter burocratico è stato molto complesso da seguire poiché ogni mezzo deve essere omologato e in regola con il Codice della Strada anche dopo l’installazione di filtri antiparticolato, cosa che ha comportato la ri-omologazione e il collaudo d’ogni singolo mezzo.


Ora, ammontano a 106 gli autobus con motore diesel dotati di filtri antiparticolato e circolanti nei servizi urbani (49), suburbani (36) ed extraurbani (21) della provincia di Forlì-Cesena, scelti tenendo conto della loro classificazione ambientale e della loro probabile vita residua, correlata ai piani di rinnovo del parco.


FAP® (Filtro Attivo anti Particolato) e CRT (Continuously Regenerating Trap) sono due acronimi che individuano il sistema fisico con cui il particolato è abbattuto. Entrambe i filtri sono autopulenti ed al loro interno avvengono reazioni chimiche di varia natura: il filtro trattiene il particolato, specifico catalizzatore innescano le reazioni d’ossidazione del CO e degli idrocarburi incombusti, e quelle di combustione del particolato carbonioso intrappolato dal filtro. Queste reazioni avvengono ad altissima temperatura e richiedono di un innesco (un “aiuto”) da parte di un catalizzatore.


Nella tecnologia CRT il catalizzatore è costituito da elementi di metalli nobili, quali platino e rodio, che è parte integrante dell’apparecchiatura, nella tecnologia FAP il catalizzatore è rappresentato da uno speciale additivo che serve ad abbassare la temperatura di combustione delle particelle carboniose, ed è aggiunto direttamente nel carburante. Il rabbocco di additivo è fatto dal personale d’officina durante le operazioni di manutenzione programmata. Il livello degli additivi nei serbatoi e in generale il funzionamento del sistema di filtraggio è indicato da apposite spie sul cruscotto dei mezzi che consentono gli interventi più appropriati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’installazione dei 67 filtri AntiParticolato è costata circa 500.000,00 euro di cui il 70% finanziato dalla Regione Emilia Romagna (pari a circa € 353.000,00) e i rimanenti a carico dei servizi extraurbani (circa 45.000 euro), del servizio urbano di Cesena (circa € 28.000) e del servizio urbano di Forlì (circa 78.000 euro).



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -