FORLI' - Finanziaria 2008, lunedì assemblea di Cna

FORLI' - Finanziaria 2008, lunedì assemblea di Cna

FORLI' - CNA sta svolgendo una serie di assemblee sul territorio per spiegare le novità della legge Finanziaria 2008. Lunedì 17 marzo, alle 20.30, presso la sala Domeniconi della CNA di Forlì, via Pelacano 29, si svolgerà l’assemblea programma per la realtà forlivese , alla quale parteciperanno il responsabile provinciale fiscale di CNA Forlì-Cesena, Maurizio Zoli; la responsabile del Patronato Epasa, Paola Fava ed il presidente provinciale CNA, Alvaro Attiani. E’ previsto un ampio spazio per domande e richieste di chiarimento da parte degli intervenuti.


“La posizione espressa da CNA sulla Finanziaria 2008 – dichiara Riccardo Guardigli, Responsabile della Sede di Forlì - è nota. Abbiamo apprezzato alcuni provvedimenti, come ad esempio: la riduzione delle aliquote IRAP ed IRES; le misure di semplificazione introdotte per i “contribuenti minimi”; la riduzione dell’ICI sulla prima casa; il mantenimento delle agevolazioni per la ristrutturazione degli edifici e gli interventi per favorire il risparmio energetico. Allo stesso tempo, però, abbiamo giudicato insufficienti gli interventi di contenimento della spesa primaria, che tra il 1996 e 2006 è cresciuta di 4,6 punti sul PIL. Pur apprezzando lo sforzo che si è cercato di fare per ridurre alcuni costi, abbiamo valutato negativamente il fatto che non siano stati introdotti provvedimenti in grado di ridurre la pressione fiscale, come chiedeva a gran voce il mondo della piccola impresa”.


“Come CNA – sostiene Enzo Cortesi, Presidente CNA Forlì – abbiamo manifestato la nostra insoddisfazione anche sul protocollo sul welfare. Infatti, sono rimasti aperti diversi problemi, a partire dalle inaccettabili disparità di trattamento tra lavori dipendenti ed autonomi in campo pensionistico. Il nostro giudizio sui diversi provvedimenti è molto articolato ed intendiamo confrontarlo con gli associati anche per permettere loro di cogliere tutte le opportunità di carattere fiscale, non solo per contribuenti minimi, ma anche quelle legate ai processi di riorganizzazione aziendale ed ai crediti d’imposta previsti per varie tipologie di intervento. Naturalmente, il confronto non si esaurirà con l’assemblea, i nostri associati potranno trovare le opportune informazioni rivolgendosi ai consulenti presso gli uffici dell’Associazione”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -