FORLI' - Guardia di Finanza, scovati 29 evasori totali nel 2006

FORLI' - Guardia di Finanza, scovati 29 evasori totali nel 2006

FORLI’ – Ventiquattro milioni di euro contestati nel settore delle imposte dirette, 29 evasori totali scovati e 17 milioni di euro di tasse non pagate recuperate. Sono alcuni dei numeri “salienti” dell’attività svolta nel 2006 dal Comando provinciale di Forlì-Cesena della Guardia di Finanza.


Ragguardevoli sono i risultati ottenuti nell’ambito della tradizionale attività ispettiva posta in essere dalle Fiamme Gialle forlivesi. Infatti, negli oltre 420 interventi, eseguiti nei confronti degli imprenditori, sono stati contestati circa 24 milioni di Euro nel settore delle imposte dirette e circa 9 milioni in quello dell’Iva.


Nell’anno 2006, il Comando Provinciale ha scovato 29 evasori totali e 3 paratotali, individuando materia imponibile sottratta a tassazione per circa 17 milioni di Euro nel settore delle imposte dirette e oltre 2 milioni in quello dell’IVA.

Nel settore del sommerso da lavoro nr. 48 interventi hanno dato un esito irregolare. Sono stati individuati complessivamente nr. 28 lavoratori irregolari e nr. 42 lavoratori completamente in nero.

Particolare impulso è stato dato ai controlli relativi all’impiego irregolare di manodopera straniera, mediante ripetuti blitz presso aziende della provincia dove sono stati individuati lavoratori privi di permesso di soggiorno ed altri, che seppur regolarmente presenti sul territorio nazionale, prestavano la loro opera in nero.


Oggetto di costante controllo è anche il settore della contraffazione dei marchi e della pirateria audiovisiva nel quale, anche nel corrente anno, sono stati ottenuti significativi risultati (circa 35.700 pezzi tra capi d’abbigliamento in genere, oggetti di pelletteria e bigiotteria ) e 1.040 tra DVD, compact disk e videocassette sequestrati) con la denuncia all’A.G. di 72 soggetti. Proficuo è stata inoltre l’attività condotta nello specifico settore durante il periodo estivo nei Comuni rivieraschi nei quali è stata attuata una mirata strategia volta a prevenire e contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale.

In particolare, nel corso dell’anno sono stati ripetutamente svolti specifici interventi tesi a contrastare attività illecite poste in essere da cittadini stranieri ed, in particolare di etnia cinese. Sono state complessivamente controllate 61 imprese riscontrando irregolarità in 34 occasioni. Sono stati sequestrati circa 10.000 pezzi di prodotti contraffatti e/o privi dei requisiti di legge in materia di sicurezza (accessori d’abbigliamento, borse, occhiali, giocattoli, luminarie ed altro materiale elettrico, medicinali). Sono stati individuati 3 cittadini cinesi privi di permesso di soggiorno ed altri 5 che lavoravano “in nero” presso attività commerciali gestite da connazionali.


L’attenzione viene rivolta dal Corpo anche al fenomeno della diffusione degli stupefacenti sia nella fase del traffico che in quella dello spaccio. Nel corso dell’anno sono stati sequestrati circa 700 gr. tra hashish, marijuana, cocaina e altre sostanze psicotrope. 6 sono stati i soggetti arrestati, 4 denunciati a piede libero e ulteriori 58 segnalati al Prefetto.


Inoltre, vanno ricordate l’attività svolta in materia di controlli strumentali sul regolare rilascio degli scontrini e delle ricevute fiscali, dove sono stati complessivamente eseguiti oltre 4.000 interventi.


Inoltre, vanno ricordate l’attività svolta in materia di controlli strumentali sul regolare rilascio degli scontrini e delle ricevute fiscali, dove sono stati complessivamente eseguiti oltre 4.000 interventi. Risultano, invece, complessivamente denunciati all’autorità giudiziaria 209 soggetti, di cui 3 in stato di arresto per reati vari. Spicca, al riguardo, il recente sequestro di circa 840 tra fiale e compresse di sostanze dopanti e la denuncia di 2 soggetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, nell’ambito dell’attività del controllo del territorio, la Guardia di Finanza di Forlì – Cesena ha impiegato oltre 1.400 pattuglie in servizio di “117”. Circa 400 sono state le chiamate al numero di pubblica utilità, 130 delle quali sono state quelle di interesse operativo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -