FORLI' - Identità e partecipazione: alla scoperta di via Firenze, tra storia ed arte

FORLI' - Identità e partecipazione: alla scoperta di via Firenze, tra storia ed arte

FORLI’ - Nuovo appuntamento del ciclo di conferenze “Identità e partecipazione” promosso dal Comune di Forlì. Per martedì 27 marzo 2007 è prevista a San Varano, alle ore 20.30 presso il teatro della Parrocchia – via Firenze n. 207, la conferenza su “Via Firenze: storia e storie”. Toccherà a Gabriele Zelli, assessore del Comune di Forlì, relazionare su alcuni episodi avvenuti lungo l’importante arteria, come la nascita della Cassa Rurale il 13 marzo 1901, l’incidente stradale del febbraio 1925 nel quale persero la vita quattro scolari, l’uccisione del federale Arturo Capanni avvenuta il 10 febbraio 1944 e le vicende legate al paesaggio del fronte nel periodo 1943-1944.


Il secondo intervento in programma sarà tenuto da Chiara Mazza, autrice del volume sulla storia delle frazioni forlivesi “Fuori dalle mura”, che illustrerà le caratteristiche architettoniche e la storia della chiesa di San Marco in Varano accompagnando successivamente i presenti a visitare l’edificio.

Si hanno notizie fin dalla metà del 1400 dell’esistenza di un luogo di culto dove ora sorge la chiesa. Verso la fine del 1700 aveva tre altari, il maggiore era dedicato a San Marco Evangelista e alla Madonna del Rosario.


Nel 1912 durante il corso di alcuni lavori furono scoperte tracce di antichi affreschi. Una porzione raffigurante l’immagine della Madonna col Bambino adeguatamente restaurata è oggi visibile, così com’è ammirabile, con lo stesso soggetto, una statua in legno realizzata dallo scultore Boifava nel 1911.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante il secondo conflitto mondiale la chiesa e la casa parrocchiale furono abbattute e il campanile danneggiato. Il complesso fu ricostruito sulle vecchie fondamenta ma con una nuova facciata.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -