FORLI' - Inceneritore e tumori, l'Ausl smentisce i giornali: ''Nessun allarme sanitario a Coriano''

FORLI' - Inceneritore e tumori, l'Ausl smentisce i giornali: ''Nessun allarme sanitario a Coriano''

FORLI’ – No a falsi allarmismi. L’invito arriva dall’Ausl di Forlì all’indomani della presentazione dello studio pilota, di interesse europeo, sulle conseguenze delle emissioni degli inceneritori. Una notizia accolta da alcuni quotidiano locali con un piglio eccessivamente allarmistico, tanto che l’azienda sanitaria si è sentita in dovere di smentirel’allarme sanitario riportato da alcuni organi di stampa” relativo alla popolazione di Coriano.


“Lo studio presentato in conferenza stampa – sottolinea la Direzione dell’Ausl -, mette in evidenza che gli indicatori complessivi sullo stato di salute dei residenti a Coriano presentano dei valori di mortalità ed incidenza equiparabili a quelli della popolazione romagnola e dell’AUSL di Forlì”.


“Anche le analisi più approfondite per livelli d’esposizione crescenti, non fanno emergere elementi di rischio rilevante – sottolina l’Ausl -. Gli elementi riportati da alcuni organi di stampa sono parziali e come tali mal interpretati, in quanto le differenze riscontrate fra maschi e femmine si riferiscono a gruppi di popolazione molto limitati e con un numero di casi molto basso e quindi soggetto ad ampie variazioni”.

“Inoltre, per le patologie soggette a variazioni (tumori mammella e tratto gastroenterico) non vi sono in letteratura univoche evidenze di correlazione con i determinanti ambientali oggetto dello studio – spiega ancora l’Ausl -. D’altronde questo studio, per i limiti intrinseci, non può dare risposte di tipo eziologico (rapporto causa-effetto). Ha però fornito ottime indicazioni per i sistemi informativi da adottare per la sorveglianza ambientale e sanitaria ed utili per eventuali studi epidemiologici analitici (di coorte o caso/controllo)”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Al fine di superare i limiti di cui sopra – conclude la Direzione dell’azienda ospedaliera -, lo stesso studio confluirà, nel corso dei prossimi anni, nell’analogo progetto regionale che verrà esteso alle otto AUSL della Regione Emilia- Romagna, sedi di impianti di termovalorizzazione”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -