FORLI' - Maxi commessa per la Cclg: un impianto fotovoltaico grande come 3 campi da calcio

FORLI' - Maxi commessa per la Cclg: un impianto fotovoltaico grande come 3 campi da calcio

FORLI’ - Colpo grosso della forlivese CCLG, azienda forlivese leader nella realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile: è di questi giorni infatti la notizia di un contratto per la realizzazione di un’impianto fotovoltaico di ben 17.000 mq, un’area come quella di 3 campi da calcio, avrà una potenza di picco di circa 1.500 kwp, per una produzione annua di energia stimata intorno ai 1.851.000 kwh (pari a quella necessaria per 500 appartamenti).


CCLG è impegnata da anni sul versante “fotovoltaico” con interessanti soluzioni per la produzione di energia alternativa. Lo staff tecnico dell’azienda cura tutto l’iter, dalla fase progettuale alla documentazione necessaria per accedere alle agevolazioni governative, fino alla messa in opera degli impianti: ne sono esempio, solo sul territorio forlivese, quelli installati presso CNA Forlì (via Pellicano) e Formula Servizi (via Monteverdi).

L’impianto, di cui nei prossimi giorni sarà avviato lo studio di fattibilità ed il progetto attuativo, riguarda la realizzazione di una mega centrale privata che sorgerà in Abruzzo per dare energia ad un imponente stabilimento industriale della zona.


“E’ la prima realizzazione del genere in Italia, promossa da una realtà privata – afferma con orgoglio Enzo Cortesi, presidente di CCLG – e conferma la tendenza che soluzioni alternative per la produzione di energia sono l’unica strada percorribile, se abbiamo a cuore la conservazione dell’ambiente in cui viviamo. Di fronte al problema della scarsità delle materie prime che producono energia (il petrolio in primis), del loro possibile esaurimento nel giro di 60/70 anni e dell’inquinamento in perenne crescita, la ricerca di fonti energetiche compatibili con l’ambiente è una scelta obbligata. Noi, come CCLG, abbiamo investito con forza sul fotovoltaico, che riteniamo una risposta seria per avviare i primi passi verso una mentalità nuova che valorizzi la vita umana in tutte le sue componenti: il fatto di poter realizzare un impianto unico in Italia per dimensioni è per noi il riconoscimento di aver fatto scelte giuste per il consolidamento della nostra azienda”.


I “numeri” dell’impianto che verrà realizzato sono impressionanti: la struttura fotovoltaica coprirà una superficie di ben 17.000 mq, che, per intendersi, è l’area occupata da 3 campi di calcio, avrà una potenza di picco di circa 1.500 kwp, per una produzione annua di energia stimata intorno ai 1.851.000 kwh (pari a quella necessaria per garantire energia a 500 appartamenti).


“Ma ciò che più conta – sostiene Liano Casadei, dirigente e consigliere di CCLG – sono gli influssi benefici che l’impianto porterà all’ambiente circostante: sarà infatti evitata l’emissione in atmosfera di ben 1.240.000 kg di CO2 all’anno e l’energia prodotta da irradiamento solare farà risparmiare la bellezza di 426 tonnellate di petrolio. Sono numeri importanti che devono far riflettere anche su larga scala, quando si dibatte l’annoso rapporto fra produzione di energia ed impatto ambientale”.


L’intero progetto prevede un investimento ovviamente rilevante che si attesta attorno agli 11 milioni di euro (circa 8 milioni per l’impianto e 3 per gli oneri finanziari): a questo proposito CCLG ha elaborato anche il piano finanziario complessivo dell’investimento.

“Il nostro ufficio finanziario – ricorda Luciano Linari, dirigente e consigliere dell’azienda – ha curato i rapporti con un primario istituto di credito, che grazie alle ottime relazioni intercorse, ha finanziato il progetto al 100%, in modo tale che al nostro cliente non è stato necessario richiedere sforzi finanziari preliminari per avviare il progetto. Ma la nostra consulenza, a livello finanziario, non si è limitata all’erogazione del finanziamento, ma ha compreso un piano complessivo di rientro dell’investimento, alla luce dell’attivazione del Conto Energia, che offre la possibilità di rivendere energia al gestore per 20 anni con importi, per ogni kilowatt prodotto, da 0,36 a 0,49 centesimi (la variante di incentivo dipende dalla tipologia e dalla potenza dell’impianto). Grazie a questa proiezione, già da ora, è possibile capire con esattezza che il “break even point” sarà raggiunto al 12° anno e, che, conseguentemente, l’investimento produrrà un utile complessivo superiore ai 7 milioni di euro (fra proventi della vendita di energia e risparmio energetico annuo).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intera opera, dal progetto attuativo alla conclusione della fase di installazione, avrà un tempo di gestazione di soli 7 mesi: “Stimiamo – conclude Massimo Giunchi, anch’egli consigliere di CCLG – di terminare la parte di progettazione entro luglio, per poter avviare il cantiere dopo le ferie di agosto, nei primi giorni di settembre: con 4/5 mesi di lavoro contiamo di concludere l’installazione dell’intera struttura dell’impianto, in modo che all’inizio del 2008 la centrale fotovoltaica sia operativa e cominci a produrre energia a pieno ritmo”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -