FORLI' - Monastero da ristrutturare: calendario, cena e concerto per raccogliere i fondi

FORLI' - Monastero da ristrutturare: calendario, cena e concerto per raccogliere i fondi

FORLI’ – Un calendario, una cena francescana e un concerto Gospel per raccogliere fondi a favore dei lavori di restauro del Monastero delle Suore Clarisse, nel quartiere S. Biagio. Dopo il successo della mostra collettiva (con vendita delle opere) alla Sala XC Pacifici di Piazza Saffi, del novembre corso, nuove iniziative sono state organizzate per finanziare il recupero del monastero del centro storico, danneggiato dalla bomba che il 10 dicembre del 1940

IL CALENDARIO - Si comincia con il calendario realizzato da Aquacalda Comunicazione, su volontà dell’editore Renzo Casadei e con la collaborazione di altre realtà e di Cesare Sangiorgi che ha donato le più belle fotografie di bambini, scattate durante i suoi viaggi nei Paesi africani, in Cina e in Europa

Dodici mesi, quindi, con i volti dei “bimbi del mondo” che, spiega l’autore: “Vogliono essere un inno alla pace e alla gioia. Sono foto che dovrebbe far riflettere perché questi sono i sentimenti che dovrebbero riempire la vita di questi piccoli e non gli stenti a cui sono spesso costretti”. L’oggetto è in vendita in diversi punti della città. Tra questi ci sono l’edicola Gondolini di Viale Kennedy e quella di via Correcchio, di fronte al bar Diana.

L’iniziativa, dopo il buon risultato dello scorso anno, si ripete quindi con la stessa finalità: quella di poter offrire un contributo alle Suore Clarisse, per il restauro del convento, una ricchezza per tutta la città, attraverso la vendita del calendario “Volti di bambini nel mondo”. Tutti i proventi saranno infatti devoluti a tal scopo.

LA CENA – Secondo appuntamento di beneficenza, incontro e buona cucina è quello organizzato dal Comitato “Amici del Monastero di San Biagio” per il 28 dicembre. Fulcro sarà la cena francescana all’oratorio San Luigi seguita dal concerto del “Cesena Gospel Quire” alla chiesa di San Biagio.

Il ritrovo culinario, per “rivivere la lieta sobrietà della tradizione monastica”, è ormai al suo quarto anno, diventando quasi una tradizione natalizia per molti forlivesi.

La zuppa di verdura e cereali, accompagnata da un antipasto d’insalatina di ceci e prodotti dell’orto, verrà seguita da formaggi freschi (di cui uno prodotto proprio nel monastero) e stagionati, olive e mele cotte. Tutti frutti della terra genuini, biologici e coltivati come una volta. A chiudere la cena ci saranno i biscotti preferiti di San Francesco, i “mostaccioli”, a base di mandorle, cucinati con la ricetta originale. Un dolce che, si narra, Francesco chiese di farsi preparare anche sul letto di morte.

La cena, prenotabile contattando direttamente il monastero (0543.26141) o il responsabile del Comitato (Avv. Andrea Taddeo 0543.26191), costa 36 euro a persona, tutti poi devoluti per la ristrutturazione del monastero e inizierà alle 19. Inoltre, come da tradizione, si potranno trattenere piatto, ciotola e bicchiere come ricordo della serata.

IL CONCERTO – Alle 21, invece, inizierà il concerto gospel alla chiesa di San Biagio, proposto dalle parrocchie di San Biagio e Trinità-Schiavonia. Il coro, formato da circa cento elementi, sarà diretto dal Maestro Marco Balestri, con la partecipazione straordinaria di Nehemiah Brown. Gli ingredienti saranno i canti gospel natalizi della tradizione afro-americana per uno spettacolo, organizzato su iniziativa di Flavio Gazzoni della parrocchia San Biagio e corista nel “Cesena Gospel Quire”, che non lascerà delusi. Entrata ad offerta libera.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -