FORLI' - Morì per overdose, nei guai 36enne forlivese

FORLI' - Morì per overdose, nei guai 36enne forlivese

FORLI’ – Nuovi sviluppi sull’inchiesta relativa alla morte di Francesco Domenico Tropea, il 40enne siciliano deceduto per overdose agli inizi di luglio in via Marsala a Forlì. Il gip ha emesso un’ordinanza cautelare in carcere, eseguita dalla Squadra Mobile, per il 36enne forlivese Massimo Belprati, finito in manette per violazione di sigilli e furto nell’abitazione del conoscente deceduto. La nuova accusa ipotizzata è quella di morte come conseguenza di un altro reato.


L’uomo era finito da subito nel mirino della Squadra mobile perché, secondo quanto ricostruito, sarebbe stato lui ha chiamare il 118 per Tropea e quindi l’ultimo a vederlo in vita, anche se agonizzante. Poi era scappato prima dell’arrivo degli agenti, quando per l’amico non c’era più nulla da fare. Nella fuga, raccontano alcune testimonianze, aveva gettato degli oggetti successivamente rinvenuti. Erano siringhe ed altri strumenti usati per assumere sostanze stupefacenti.


Il 36enne, secondo gli inquirenti, si era poi intrufolato nell’abitazione del conoscente deceduto dopo era stata posa sotto sequestro. Avrebbe prelevato le sue cose, ma anche oggetti appartenenti a Tropea. Ora la nuova accusa, quella di aver fornito la sostanza letale che ha ucciso il 40enne siciliano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -