FORLI' - Nasce in città un presidio di ortopedia infantile

FORLI' - Nasce in città un presidio di ortopedia infantile

FORLI’ - Un presidio di ortopedia infantile a Forlì. Il progetto, da tempo nelle intenzioni del primario di pediatria del “Morgagni-Pierantoni” professoressa Paola Della Casa (nella foto), è stato avviato il 31 gennaio scorso con le prime visite ambulatoriali nei locali messi a disposizione dal nosocomio di Vecchiazzano. L’8 febbraio si è invece tenuta una riunione con tutti i medici del reparto, al fine di definire nei dettagli e consolidare l’operazione.


L’equipe di specialisti vede in prima fila il dottor Tommaso Ventre, già membro dell’unità di ortopedia e traumatologia dell’ospedale forlivese coordinata dal primario professor Francesco Lijoi, ma da circa un anno impegnato professionalmente alla clinica universitaria di Ferrara, parte integrante dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Arcispedale Sant’Anna.


Il giovane medico, tuttora residente in città con la famiglia, è un nome noto alla comunità forlivese: nell’aprile 2007 ha incassato un attimo di notorietà addirittura nazionale, grazie all’apparizione nella rubrica televisiva Rai “La Vita in Diretta” di Bruno Turci, l’anziano fabbro oggi 85enne, cui “quel dottorino bravo e umile” ha restituito l’uso del braccio destro contro ogni previsione, dopo un’intensa vita lavorativa trascorsa a fare cancelli e inferriate. A fianco dell’artigiano, nell’officina posta in via Pompeo Randi - quartiere Foro Boario - al tempo dell’ultima guerra operò niente meno che Agosto Franco, il primo sindaco della Forlì liberata.


“In provincia – dichiara lo stesso Ventre – mancava un presidio continuativo di ortopedia pediatrica. Sinora, i genitori residenti nel forlivese o nel cesenate, con figli toccati da problematiche patologiche agli arti inferiori tali da pregiudicarne la mobilità, si vedevano costretti ad andare a Ferrara”. La città estense, oltre ad un carico di storia e di arte impressionante, vanta una delle cliniche ortopedico-pediatriche più avanzate in Italia. “Perché – avranno pensato Tommaso Ventre e Paola Della Casa – costringere quelle persone a percorrere tanti chilometri, quando, con un po’ di buona volontà, si può offrire una prestazione diagnostica anche in Romagna?”.


Il servizio è operativo dalle 15 alle 18 dell’ultimo giovedì di ogni mese, direttamente nel reparto di pediatria del “Morgagni-Pierantoni” diretto dalla professoressa Della Casa. Ma non è escluso che dopo un primo rodaggio, valutate le esigenze del territorio, l’ambulatorio diagnostico e l’apporto del dottor Ventre possano estendersi ad altre fasce orarie, sempre in accordo con l’Università di Ferrara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piero Ghetti

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -