FORLI' - Omicidio Di Rosa, salta incidente probatorio

FORLI' - Omicidio Di Rosa, salta incidente probatorio

RAVENNA – Omicidio Vincenzo Di Rosa parte due. Per la seconda volta è saltato l'incidente probatorio nell'aula del tribunale di Forlì per l'assenza del testimone oculare Linas Lipeika, il trans lituano che ha accusato il forlivese Davide Valpiani di aver ucciso nell'agosto del 2005 nelle saline di Cervia Di Rosa, denunciandolo per tentata rapina, spedendolo in carcere. Il 28 maggio Lipeika non si era presentato davanti al giudice in quanto in Islanda.

Il fatto si sarebbe svolto in via Ficocle a Pinarella. Una macchina avrebbe raggiunto i due, e Valpiani, dopo aver fatto nascondere Lipeika, avrebbe risposto ad un insulto sparando, prima a Di Rosa, poi al trans in fuga. E’ emerso anche che, in auto con i due, era presente un terzo uomo dall’accento meridionale, mai identificato.

Nel corso delle indagini le testimonianze di Lipeika sembravano sempre più contraddittorie, paragonate a quelle di Valpiani, che infatti venne scarcerato per l’accusa di tentata rapina, per sopravvenuta carenza dei gravi indizi di colpevolezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attenzione sul presunto omicida è rimasta comunque legata alle due polizze di assicurazione sulla vita, del valore di 800 mila euro, sottoscritte da Di Rosa un mese prima dell’omicidio. Beneficiaria della polizza la allora compagna di Valpiani, sorella della vittima.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -