FORLI' - Piano del traffico, Capacci: ecco perchè ho votato sì

FORLI' - Piano del traffico, Capacci: ecco perchè ho votato sì

FORLI' - Apprendo dai giornali che mi si suggeriva di mostrarmi “più risoluto” nel difendere l’impostazione data al Piano particolareggiato del traffico approvato dalla Giunta Comunale nel luglio scorso. Detta così l’affermazione è difficilmente verificabile, ricorda la storia di colui partecipa alle aste, attende le altrui offerte e rilancia con un immancabile “più uno”, indubbiamente costui era il più risoluto di tutti.. Ma non credo che nel caso in specie questo metodo fosse il più adatto.


Su questa vicenda ho seguito alcuni punti di riferimento fissati a priori e che si possono riassumere:

1) Chiusura della fase sperimentale affinché non fosse trascinata alle “calende greche”;

2) Contrarietà alla introduzione della sosta gratuita in centro;

3) Contrarietà ad ogni riduzione della superficie delle aree ZTL ed aree pedonali (e che cominciassero ad essere effettive)


All’inizio della discussione, ho anche difeso “la consegna” di oppormi alla limitazione dell’aumento del costo della sosta, ma poi ho letto i dati che mostrano la scarsa efficacia che il caro-sosta ha nello scoraggiare l’ingresso al centro. L’auto è un po’ come il consumo delle sigarette, dopo ogni aumento ognuno si ripromette di limitarsi, ma poi finisce (finché potrà) di rinunciare a qualcos’altro. Infine ho preso atto che questo aumento era “figlio di nessuno”, tutti hanno finito per rinnegarne la paternità e mi sono sentito come colui che partecipa ad un attacco, si volta e deve prendere atto che è rimasto solo.


Certo la nuova proposta della Giunta fa una modifica profonda per quanto riguarda la ZTL di parte di C.so Mazzini e di Via A.Cantoni, ma l’alternativa di Via Felice Orsini, dati alla mano, non è sostenibile.

Confesso tuttavia che non mi sono esercitato a fondo nella proposta circa la direzioni dei flussi delle varie strade, capisco che la qual cosa può sembrare anomala, perché ho notato che il “traffico” è un po’ come il calcio, tutti ne sono esperti, tutti hanno una proposta personale su come regolarlo. Non avendo alcuna passione per il calcio, non mi sono nemmeno appassionato al gioco del risiko sul Piano del Traffico con tanti bei cartellini stradali al posto dei carrarmatini, ho ritenuto di limitarmi ai parametri di processo, d'altronde in Comune abbiamo dei tecnici specializzati, devono pur lavorare anche loro, non ho alcuna intenzione, ne presunzione, di sostituirmi a loro avviliti ed inoperosi.


In conclusione avendo rilevato che i punti di riferimento dell’impostazione data in luglio sono sostanzialmente mantenuti, anzi che le aree ZTL e pedonali saranno aumentate, anche dietro mia insistenza, non ho ritenuto all’ultimo momento di uscirmene con un “più uno”.


Palmiro Capacci

Assessore comunale – Forlì

Sinistra arcobaleno

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -