FORLI' - ''Porta a Porta'', i Verdi: ''Abbandonata la sperimentazione per interesse economico''

FORLI' - ''Porta a Porta'', i Verdi: ''Abbandonata la sperimentazione per interesse economico''

FORLI’ – “Un circuito inefficiente”. Così l’ex assessore alla Mobilità Sandra Morelli descrive la politica sui rifiuti a livello Provinciale. E chiede, insieme ai colleghi dei Verdi, che si punti finalmente al “Porta a Porta”, “anche per rispettare la volontà dei cittadini che, attraverso le loro circoscrizioni, tranne la numero due, avevano chiesto di sperimentare il sistema”. Ma così non è stato: “Si vuol solo perdere tempo in attesa del nuovo inceneritore”.

Troppe sperimentazioni senza uno sviluppo e una politica confusa e contraddittoria, invece di un sistema, quello del “Porta a Porta” che ha avuto un enorme successo, sia per l’aumento del materiale riciclato, sia per il risparmio economico dei Comuni, ovunque sia stato sperimentato, tranne che nella nostra Provincia. Questi sono i dati Hera, che parlano di costi molto elevati.

La strada che Forlì sta percorrendo, infatti, non procede in questa direzione, ma verso un aumento dei bidoni della raccolta differenziata lungo le strade. Niente “Porta a Porta”, nonostante sia già stata provato in altri capoluoghi di provincia e abbia dato risultati soddisfacenti. “Così è stato anche per Reggio Emilia – ha commentato Morelli -, una città che può essere comparabile a Forlì. Invece, qui il sistema si è voluto sperimentare solo in un paese piccolo”.

“E’ una questione di denaro – incalza Alessandro Ronchi, capogruppo consiliare del partito del sole che ride -. Hera non vuole il “Porta a Porta”, ma non è detto che debba essere per forza l’unico gestore. Per Forlimpopoli, ha subappaltato la raccolta dei rifiuti ad Ecosfera, ma se fosse la stessa Ecosfera ad occuparsene direttamente, i costi diminuirebbero sensibilmente. La soluzione potrebbe essere quella di indire un bando. Nessuno obbliga Ato a rinnovare il contratto a Hera”.

“Meno costi di smaltimento, più elevata qualità dei materiali in entrata da riciclare e un minore uso delle discariche”, segnala Fausto Pardolesi, presidente verde della Circoscrizione 4. Sono questi i principali vantaggi dell’avere a casa i bidoncini della differenziata. Mentre l’aumento della differenziata con “oasi ecologiche” “attiva un metodo più costoso e meno efficiente”. Ma è questo il percorso su cui si sta avviando il Comune di Forlì, su proposta di Hera, nonostante il successo dell’innovativo sistema a Forlimpopoli e in molte altre città italiane.

lisa tormena

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -