FORLI' - Precedenza all'accordo con Ryanair, secondo Rusticali, neo presidente di Seaf

FORLI' - Precedenza all'accordo con Ryanair, secondo Rusticali, neo presidente di Seaf

FORLI’ – Il nuovo presidente di Seaf, Franco Rusticali è concentrato sull’accordo con Ryanair. “Il nodo più importante da sciogliere è proprio questo – spiega l’ex Sindaco di Forlì – l’accordo porterebbe infatti qualità e quantità allo scalo forlivese. Per ora il processo è in itinere”. In ballo anche l’approvazione da parte di Enac della certificazione a Seaf per la gestione 40ennale dell’aeroporto, che si concretizzerà entro un anno, secondo l’iter burocratico.


Questa gestione porterebbe nuovi introiti alla società, derivanti da tutto ciò che si definisce ‘non-aviation’, come ad esempio parcheggi ed attività commerciali, e permetterebbe una riduzione delle spese. Una boccata d’aria per il bilancio. “Fondamentale per il risanamento – continua Rusticali – è ovviamente l’accordo con la compagnia irlandese, punto critico per il raggiungimento dei 2 milioni di passeggeri nel 2009-2010”.


La ricapitalizzazione di Sab resta ancora nell’ombra, ma il nuovo presidente di Seaf ha un’idea ben precisa: “Sono per mantenere i rapporti con Bologna. Quando ero Sindaco mi sono battuto perchè Sab avesse la maggioranza delle azioni dell’aeroporto. Lo scalo bolognese non può più espandersi, restando con una sola pista, e Forlì può fungere da seconda pista. Di fondamentale importanza la rete fra gli aeroporti emiliano-romagnoli, ognuno con la sua precisa vocazione, sotto il coordinamento della Regione”.


Rusticali ‘pensa positivo’ anche per la fondamentale acquisizione di nuovi soci, ovviamente solo dopo il risanamento del bilancio. “Chi volesse entrare in società adesso sarebbe un suicida – conclude – ma una volta tornati in attivo arriveranno soci sia pubblici che privati”.


Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -