FORLI' - Provincia, Gagliardi (FI): ''Quella di Bulbi è una giunta a scadenza''

FORLI' - Provincia, Gagliardi (FI): ''Quella di Bulbi è una giunta a scadenza''

FORLI’ - "Quanto è accaduto nel corso della seduta del consiglio provinciale di ieri e l’ammirevole chiarezza, anche se tardiva, degli interventi della maggior parte colleghi della maggioranza, hanno evidenziato una volta di più come il clima idilliaco di una pretesa unità nel nuovo partito democratico, sia ancora molto lontano nella realtà dei fatti". E' il commento di Stefano Gagliardi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio provinciale, al rimpasto di giunta ufficializzato durante il consiglio provinciale di ieri.


"Da tempo sosteniamo che questa Giunta era tenuta insieme solo dall’interesse per la poltrona - ricorda Gagliardi -, e solo per la poltrona poteva incrinarsi. Così è successo e l’avvento paventato di Alni, quale assessore e vice presidente della provincia, è stato sufficiente a scombussolare i fragili equilibri della maggioranza. Alla faccia della coerenza e del rinnovamento".


"Abbiamo richiesto in più occasioni trasparenza e chiarezza nell’interesse di tutti - sottolinea il capogruppo -, siamo sempre stati accusati di inventarci i problemi e di strumentalizzare questioni inesistenti. A vedere quanto è successo mi sembra che non fosse tutto inventato, anzi".


Per Gagliardi, inoltre, "i contenuti del dibattito di ieri non fanno altro che alimentare dubbi e incertezze sulle reali capacità di governo della maggioranza che è stata premiata dall’esito delle ultime elezioni amministrative, e l’impressione è che questa Giunta sia sempre più a termine, ormai scollata anche dai partiti della maggioranza che continueranno a sopportarla, questo è il termine esatto, fino alle prossime elezioni".


Gagliardi, poi, con una punta di sarcasmo, si chiede: "Dopo un Assessore a progetto (Riguzzi) avremo anche una Giunta a contratto? Dopo le liti con i Verdi, dopo le elezioni del Pd, dopo la vicenda Alni, si tornerà a pensare all’interesse dei cittadini oppure a consumare ripicche e vendette?".


Gagliardi torna a ribadire "la necessità di giungere alla definizione del piano energetico, delle politiche per l’innovazione e lo sviluppo, per i giovani, tutti progetti in stallo". A tal proposito ricorda che "in questi anni la nostra opposizione è sempre stata attenta, puntuale e propositiva e vorremmo tornare a discutere dei reali problemi che interessano il territorio".


Infine, riguardo alla redistribuzione delle deleghe dopo l'uscita di scena dell'ex verde Roberto Riguzzi dalla giunta provicniale, Gagliardi commenta: "E’ certo che lo stesso smembramento dell’Assessorato Ambiente e la sua consegna all’Assessore al Turismo non è un bel segnale. Ma era proprio necessario ridimensionare l’assessorato all’ambiente dopo quel che è successo in questi ultimi anni e proprio nel momento in cui tutti chiedono di affrontare con chiarezza, trasparenza e competenza problemi emergenti quali l’utilizzo delle biomasse, il rapporto con Hera, le energie alternative?".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -