FORLI' - Sanità, nuovo apparecchio all'avanguardia all'ospedale ''Morgagni-Pierantoni''

FORLI' - Sanità, nuovo apparecchio all'avanguardia all'ospedale ''Morgagni-Pierantoni''

FORLI’ - All’Ospedale di Forlì è stato installato da poche settimane un impianto di distribuzione automatizzata e informatizzata di divise per operatori sanitari, realizzato da Linea Sterile Spa, azienda di Gatteo, in associazione temporanea d’impresa con la Cooperativa Formula Servizi.

Quella di Forlì è la prima installazione in Italia di un Sistema di impianto di distribuzione automatizzata e informatizzata di divise per operatori sanitari.

Alla conferenza stampa di giovedì 17 maggio, indetta per illustrare ai giornalisti il nuovo macchinario in dotazione al “Morgagni-Pierantoni”, il direttore sanitario Bruna Baldassarri e il presidente di Formula Servizi Graziano Rinaldini sono stati concordi nell’individuare nella comune passione per la ricerca dell’innovazione tecnologica il motore trainante dell’attività delle due realtà.


Dello stesso parere anche Mauro Ravaglia, amministratore delegato di Linea Sterile, che ha ringraziato l’Azienda USL per la grande disponibilità mostrata nell’accettare il cambiamento e investire nel nuovo, quando ciò significa ottimizzazione delle risorse e pianificazione seria ed efficiente. Ravaglia ha affermato che “il merito della realizzazione di un sistema così altamente innovativo è da assegnarsi all’Azienda USL di Forlì in quanto è stata la prima azienda sanitaria italiana, in base all’attuazione della propria missione di una ricerca continua nell’ottimizzazione e miglioramento del servizio, ad organizzarsi per introdurre nel proprio sistema gestionale-operativo questo nuovo procedimento nel sistema di distribuzione delle divise”.


Conclude l’incontro con la stampa Maria Grazia Stagni, direttore del Presidio Ospedaliero di Forlì, sottolineando che questo esempio di gestione integrata di logistica avanzata testimonia una volta di più la grande capacità di realizzare iniziative di grande valore professionale, portando significativi benefici in termini di costi e di produttività degli operatori.


Al momento l’interesse degli enti ospedalieri per l’installazione d’impianti automatici di distribuzione delle divise si concentra solo nei Paesi del Nord Europa ma sta aumentando negli ultimi anni per i seguenti motivi:

- evoluzione delle necessità per nuove tendenze del mercato del lavoro (aumento dei contratti a tempo determinato, sviluppo del lavoro temporaneo e interinale e rapide variazioni organizzative interne);

- gestione dei costi del servizio (identificazione univoca d’utenti e articoli; controllo di ritiro e restituzione dei capi; miglioramento della rotazione delle divise; forte riduzione delle dispersioni di vestiario e dell’incidenza di manodopera nelle attività di distribuzione);

- rispetto delle norme igieniche (limitata manipolazione degli articoli, disponibilità del vestiario 24 ore al giorno 7 giorni a settimana e controllo dei ricambi con analisi dei consumi).

I benefici legati all’uso dei sistemi automatici di distribuzione del vestiario professionale comportano dunque i seguenti vantaggi:

- razionalizzazione degli spazi destinati alla distribuzione del vestiario;

- risparmio complessivo di manodopera (assemblaggio dei componenti della divisa e caricamento dei capi nel sistema sono operazioni gestite dall’impianto);

- eliminazione quasi totale delle dispersioni dei capi e quindi dei relativi costi;

- migliore rotazione degli stock di vestiario professionale;

- controllo di costi del servizio e rispetto delle norme igieniche grazie alla tracciabilità d’ogni singolo capo;

- estensione temporale della fruibilità dei capi (24 ore al giorno 7 giorni a settimana);

- rapidità ed efficienza delle consegne, anche in caso di massimo afflusso di personale, grazie a distributori multiporta.

L’impianto di distribuzione automatica delle divise del personale dipendente afferente al Presidio Ospedaliero Morgagni-Pierantoni di Forlì, gestito e pianificato da Linea Sterile SpA è stato costruito dalla Metalprogetti SpA di Perugia, società leader nella progettazione e realizzazione di sistemi di trasporto e smistamento automatizzato di merci su monorotaia.


Nello sviluppo del progetto ci si è attenuti ai seguenti dati di riferimento:

Numero totale di utenti 1705 suddivisi in:

262 Medici

774 Infermieri

99 Ausiliari

180 Tecnici

30 Farmacisti/Biologi

103 Operatori Tecnici

87 OTA Operatori Tecnici addetti all’assistenza

95 Amministrativi

44 Addetti cucina

31 Tecnici informatici



Impianto di consegna capi puliti


L’utente si identifica utilizzando la propria carta magnetica, ed il sistema procede alla consegna del capo e/o capi assegnati all’utente.

Presso le tre postazioni di identificazione (sportelli verdi) è predisposto un video touch screen che consente all’utente identificato di selezionare la divisa che desidera ritirare e se non disponibile selezionare un’alternativa; consultare il proprio stato ovvero quante divise ha a disposizione, quante divise ha in uso, lo stato del suo credito.

Il tempo medio che intercorre tra l’identificazione dell’utente e l’arrivo dei capi nella postazione di prelievo può variare tra i 15 ed i 20 secondi a seconda della grandezza dell’impianto. Il sistema offre la possibilità ad un utilizzatore di chiedere i suoi capi alla porta di riconsegna mentre il sistema sta ancora servendo l’utilizzatore precedente.


In prossimità di ogni porta è prevista, inoltre, l’installazione di un citofono comunicante con il guardaroba per ogni necessità del fruitore del servizio e la dislocazione di un dispositivo per la raccolta e recupero delle grucce da parte degli utilizzatori.



Impianto di deposito capi sporchi


Visto il numero di utilizzatori, il sistema prevede due stazioni di deposito dei capi sporchi (sportelli gialli), in cui i capi sono identificati mediante trasponder e quindi non è necessaria l’identificazione dell’utente che dovrà solamente inserire un capo alla volta nell’apposito sportello.

Le caratteristiche principali del sistema possono essere riassunte nei seguenti punti:

un dispositivo automatico provvederà all’identificazione del capo e lo accetterà se correttamente riconosciuto, aggiornando contemporaneamente lo stato di credito del cliente, altrimenti non lo identificherà per mancata lettura del chip o per deterioramento o dispersione della stessa, restituendolo all’utente mediante apposita apertura posta più in basso nel pannello di servizio. Sul fronte del pannello saranno presenti delle segnalazioni luminose per facilitarne l’uso.

All’interno del sistema di identificazione, i capi vengono agiati tramite un soffio di aria compressa al fine di aumentare il tasso di lettura del chip.

I capi identificati vengono inviati verso l’alto, permettendo così l’alimentazione diretta del carrello della biancheria (senza l’aggiunta di un tapis roulant o un altro dispositivo)

È possibile utilizzare dei carrelli per la biancheria di dimensioni ed altezze variabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se necessario, è possibile inviare i capi verso 2 o 3 carrelli diversi smistandoli secondo la tipologia o secondo un altro criterio scelto dal cliente.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -