FORLI' - Shoah, all'istituto ''Alberti'' incontro con Lia Levi

FORLI' - Shoah, all'istituto ''Alberti'' incontro con Lia Levi

FORLI’ - Un incontro con Lia Levi per interrogarsi sul valore della parola come mezzo per tramandare la memoria. Scrittrice e giornalista, Levi ha scritto numerosi libri per adulti, ma anche per ragazzi fondendo insieme il desiderio di scavare nell’animo umano con l’urgente bisogno di scandagliare avvenimenti storici che hanno sconvolto la sua vita e quella del secolo scorso come le leggi razziali del 1938, il nazismo, la discriminazione, i campi di concentramento, la deportazione vista attraverso gli occhi di una bambina. Confrontarsi con una testimone della Shoah che ha fatto della parola il mezzo per consegnare alle nuove generazioni la memoria di ciò che è accaduto, sarà l’occasione per riflettere sul valore della comunicazione tra generazioni.


L’esperienza di Lia Levi, che da anni affianca al lavoro di giornalista e di scrittrice l’attività di incontrare giovani, invita a meditare sulla storia e sui tanti modi che esistono per raccontarla. Autrice di romanzi e di un libro - saggio che si intitola Che cos’è l’antisemitismo (2001), l’impegno della Levi è tutto rivolto alle nuove generazioni. Nelle sue parole temi apparentemente lontani dai giovani di oggi vengono esposti in modo semplice ed incisivo, con il merito di avvicinare un pubblico di ragazzi ad interrogativi morali ed etici e di aiutarli a riconoscere forme di intolleranza e di razzismo vecchie e nuove. L’incontro che si svolgerà alle ore 16 presso l’Istituto Tecnico per Geometri “Leon Battista Alberti” (Via Turati n. 1), al quale interverrà l’Assessore comunale Liviana Zanetti, è promosso dal Comune di Forlì e dallo stesso ITG e patrocinato dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Forlì-Cesena.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -