FORLI' - Trecento lupetti alla riscoperta della fratellanza all?area verde di via Dragoni

FORLI' - Trecento lupetti alla riscoperta della fratellanza all?area verde di via Dragoni

FORLI’ - “Insieme per gioco mi diverto con poco”. Con questo motto oltre 300 lupetti (scout dai 7 agli 11 anni) della zona di Forlì si sono dati appuntamento domenica scorsa all’area verde di via Dragoni, per giocare all’aria aperta e riscoprire il valore della condivisione e della fratellanza.


Nonostante “l’alzataccia” domenicale, famiglie e bambini hanno risposto con entusiasmo, alla proposta partecipando con grande trasporto alle attività che si sono susseguite fino a pomeriggio inoltrato. Tutti i gruppi scout di Forlì, Rocca San Casciano, Meldola, Predappio e Forlimpopoli hanno preso parte all’evento dando vita ad uno spettacolo davvero suggestivo; il colpo d’occhio di un anfiteatro (quello adiacente alla circoscrizione 4) gremito da bambini e adulti legati dalla scelta scout, ha ripagato ampiamente la fatica dei preparativi e la difficoltà dell’organizzazione. Come ogni anno, la festa di primavera è stata occasione per affrontare, sempre in chiave ludica, un argomento di attualità vicino alla realtà dell’infanzia.


Quest’anno il “gioco” è stato tema trainante dell’intera giornata. Con le attività proposte, infatti, si voluto sottolineare il valore educativo del gioco, il diritto del gioco nell’infanzia, l’importanza di intessere relazioni con gli altri, la riscoperta dell’ “arte di divertirsi con poco”, e il contatto con la natura. Questi elementi sono sempre più rari nella quotidianità, dove i bambini sono subissati da mille impegni, spesso inchiodati davanti alla TV, oppure rapiti dai videogiochi. La giornata, che come detto è stata scandita da numerose attività che hanno permesso a lupetti di gruppi differenti di conoscersi e giocare spalla a spalla, si è conclusa con la S. Messa, celebrata nell’anfiteatro del parco, alla quale hanno partecipato genitori, famiglie e dai fruitori parco.


La presenza di oltre 300 bambini ha creato qualche disagio ai “runner” della domenica mattina che, comunque con un sorriso, hanno trasformato il loro canonico jogging in una piccola corsa ad ostacoli. L’evento, inoltre, è stato un momento a forte valenza sociale: l’associazione scout forlivese, che ha festeggiato infatti pochi anni fa l’ottantesimo anno di fondazione e lo scorso anno, insieme a tutti gli associati del mondo il centenario del movimento scoutistico, ha dimostrato di essere “ben in salute” e componente fondamentale della vita della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

D’altra parte l’Agesci da sempre profonde un grande impegno verso il territorio, partecipando attivamente alle vita della città e alle iniziative che essa propone, in linea con parole del fondatore dello scoutismo Lord Baden Powell, che ricordava ai ragazzi e ai capi: “lasciate il mondo un po’ migliore di come lo avete trovato”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -