FORLI' - ''Un altro teatro'': sul palcoscenico del 'Fabbri' il teatro contemporaneo

FORLI' - ''Un altro teatro'': sul palcoscenico del 'Fabbri' il teatro contemporaneo

FORLI’ – Parte al Teatro Diego Fabbri di Forlì la quarta edizione di “Un altro Teatro – Rassegna di Teatro Contemporaneo” che si svolgerà fra maggio e giugno. Un’occasione per avvicinare il pubblico al mondo teatrale della sperimentazione e della ricerca, cercando di dare particolare risalto ai registi romagnoli. Quest’edizione è una sorta di chiusura dei cicli precedenti e nel contempo una finestra che si apre alle novità.


Agli abbonati della stagione teatrale del “Fabbri” verrà offerto uno spettacolo a scelta della rassegna di Teatro Contemporaneo “Un altro Teatro”. Per il ritiro del biglietto omaggio, che dà diritto all’ingresso, è necessario recarsi in biglietteria diurna (via Dall’Aste, 18).
La consegna del biglietto relativo allo spettacolo prescelto avverrà dal 16 aprile al 5 maggio 2007- tutti i giorni dalle 15,30 alle 18, 30- per tutti gli spettacoli della rassegna.
Successivamente solo nei giorni di prevendita dei singoli spettacoli.
INGRESSO PLATEA – GALLERIA Intero € 12,00 Ridotto € 10,00
Club Giovani € 8,00

IL PROGRAMMA

LENZ RIFRAZIONI - TWENTY YEARS
"IL PRINCIPE COSTANTE"
da El Principe Constante di Pedro Calderon De La Barca
Traduzione-Riscrittura-Drammaturgia –Imagoturgia Francesco Pititto
Regia Maria Federica Maestri – Francesco Pititto

Giovedì 3 maggio 2007 ore 21
Teatro Diego Fabbri

Goethe, in una lettera a Schiller nel 1804, scrive: “Se tutta la poesia del mondo dovesse scomparire dalla faccia della terra si potrebbe ricostruirla con il solo Principe Costante.” L’opera venne poi rappresentata al teatro di Weimar nel 1811.
La messa in scena de “Il Principe Costante” di Pedro Calderón de la Barca, ultima traduzione scenica del trittico composto da “La vita è sogno” e “Il Magico prodigioso”, propone un ulteriore approfondimento linguistico ed estetico dell’opera che, in particolare nella creazione di Jerzy Grotowski della seconda metà degli anni sessanta, ha maggiormente contribuito a ridefinire il senso etico dell’attore e del teatro contemporanei.

ore 16 incontro foyer Teatro Diego Fabbri con la compagnia e docenti universitari della S.S.L.M.IT per la proiezione del video “Melancolìa Contromano. Verso Tangeri, Ceuta, Fez ” prodotto in Marocco dalla compagnia.

CITTA’ DI EBLA
“Pharmakos”
Ideazione e regia Claudio Angelini
con Valentina Bravetti, Daniele Romualdi, Simona Zauli
Assistenza tecnica Thomas Lombardi
Corpo del suono Elicheinfunzione

Venerdì 11 e sabato 12 maggio 2007 ore 21
Sala Rovere /Magazzini Interstock

Il nucleo della concezione di Pharmakos riguarda la volontà di creare un cortocircuito fra corpo sacrificale e corpo medico come punte estreme di una parabola sulla natura e l’evoluzione del senso del corpo stesso.
I corpi in scena costruiscono la partitura assieme al suono, la cui esecuzione avviene in diretta. Si può parlare di un vero e proprio dialogo fra corpo e suonodi Vita di Bologna

Premio miglior spettacolo Festival Loro del Reno edizione 2006 ai Teatri

UNA MONTAGNA CON DUE PUNTE
Progetto a cura di Masque Teatro
“Materia cani Randagi 2”
ideazione e regia Lorenzo Bazzocchi
produzione Masque teatro, Mood Indigo (Bologna)
con il contributo della Regione Emilia-Romagna e Assessorato alla Cultura
Provincia di Forlì-Cesena

Venerdì 8 e Sabato 9 giugno 2007 ore 21
Ex-Filanda (è richiesta la prenotazione)

Nel 2006 Masque teatro presentò per la rassegna Un Altro Teatro un primo studio relativo a Materia cani randagi, ispirato al cinema di Béla Tarr. La compagnia ha proseguito l’avvicinamento all’opera del regista ungherese. Lo spettacolo Materia cani randagi ha poi visto il suo compimento e debutto al Teatro delle Passioni di Modena nel dicembre 2006. Per la Rassegna Un Altro Teatro 2007 Masque intende concludere una fase del lavoro con un progetto che oltrepassa i termini letterari e teatrali, per addentrarsi in una sperimentazione teorico-pratica che possa costituire un ponte tra il linguaggio cinematografico e quello teatrale.

Verso una prospettiva stereoscopica 14, 15, 16 giugno 2007
laboratorio rivolto ad attori, videomaker, videoartisti
condotto da: Lorenzo Bazzocchi, Catia Gatelli, Paolo Pennuti
17 giugno - presentazione pubblica dei risutlati dell’esperienza

ELSINOR Teatro Stabile di Innovazione
“Fuoco Luce e Angeli “
La Commedia di Dante per voci, musiche e immagini

Venerdì 15 giugno 2007 ore 21
Teatro Testori

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo spettacolo “FUOCO LUCE E ANGELI” utilizza esclusivamente le parole del Sommo Poeta, scritte in forma di canto che è pura bellezza. Gli attori di Elsinor recitano i versi che son musica assoluta. In tutte le scene, costruite con densa essenzialità, irrompono poi, inattesi e familiari, persone e personaggi della storia, della cronaca e della mitologia. Nella Commedia i personaggi agiscono come su un palcoscenico e “recitano” le loro storie. Dante descrive e racconta con cura fatti, aneddoti ed esempi popolari, accessibili a tutti. Molti brani sono oramai forme proverbiali di uso comune e le immagini di “FUOCO LUCE E ANGELI”, sono negli occhi di tutti noi, a partire dagli anni di scuola.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -