FORLI' - Volley B1 donne, la Combistra in finale per la promozione in serie A

FORLI' - Volley B1 donne, la Combistra in finale per la promozione in serie A

Combitras Forlì-Teodora Ravenna 3-1 (25-7, 25-23, 12-25, 25-21)

COMBITRAS: B.Valpiani 2, Filanti 2, P. Valpiani 16, Crepaldi 14, Piolanti 8, Borgogelli 15, Cervella (libero), Amorotti 1, Chiarini 1, Stanzani. N.e.: Socci, Amaretti. All.: Delgado.

TEODORA: Cremonesi 4, Breda 8, Zuccarini 20, Garbet 6, Zebi 10, Cancellieri 5, Piscaglia (libero), Ricci. N.e.: Babbi, Alberghini, Massanova, Merenda. All.: Mazzanti.

ARBITRI: Cassisi e Bernazza di Roma.

NOTE: Combitras ace 2, battute sbagliate 9, muri 13, errori 15. Bambini ace 8, battute sbagliate 9, muri 8, errori 19. Durata set: 20’, 24’, 24’, 25’. Spettatori: 500 circa.


FORLI' - La Combitras è in finale e si giocherà la serie A contro il Cariparma. E’ questo il responso del doppio derby contro la Teodora. Dopo essersi imposto per 3-2 in casa delle “cugine”, il Forlì si è ripetuto nel match di ritorno aggiudicandosi l’incontro per 3-1 e dando seguito a un sogno al quale ora crede tutto l’ambiente. Di fronte a un Ginnasio Sportivo ai limiti della capienza (almeno 500 le persone presenti a questa sfida), le ragazze di Andy Delgado hanno avuto il merito di entrare in campo con la spirito giusto, come del resto conferma il 25-7 del primo set, oltre a mettere in pratica una serie di accorgimenti tattici che hanno creato non pochi problemi alla Bambini. Assoluta protagonista del match Pamela Valpiani.


La capitana nel momento di maggiore difficoltà, quando Ravenna sembrava aver trovato le contromisure per rendere inoffensiva l’Aics, ha “mostrato i muscoli”, scavando quasi da sola il break nel quarto set e dando la spinta decisiva al Forlì verso il successo. Nelle fila giallorosse, è bene dirlo, mancava la schiacciatrice Babbi, sicuramente una delle migliori della formazione di coach Davide Mozzanti, ma una sola assenza non può bastare per spiegare il crollo di una squadra che era partita per conquistare subito la serie A. A fronte di una Cremonesi che ha diretto la squadra con grande acume tattico, la Teodora ha pagato la serata altalenante di Breda e un’efficienza della correlazione muro-difesa non propriamente alta.


La Combitras, dunque, ora tornerà in campo il 3 giugno a Parma per la prima gara di finale, poi ospiterà le emiliane mercoledì 6 alle 20.30 al Ginnasio Sportivo. L’eventuale terza partita si disputerà ancora a Parma il 10 giugno e la vincente salirà in serie A2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La partita. Nel primo set Forlì scatta come un centometrista e brucia Ravenna. La Combitras prende il largo (8-5, 12-6, 18-6), mentre le ospiti non paiono ritrovarsi. Un errore di Cancellieri regala il 25-7 alle padrone di casa che mostrano una convinzione e una tranquillità inaspettate. Nel secondo è la Teodora a partire in vantaggio (1-3, 6-9), ma l’Aics resta in scia, impatta a quota 17 e si gioca il tutto per tutto nel finale. Qui le ospiti, avanti 22-21, subiscono la reazione delle ragazze di Delgado che con Borgogelli si aggiudicano il parziale per 25-23 portandosi sul 2-0. Nel terzo set arriva il classico rilassamento mentale del Forlì che permette alla Bambini di prendere fiducia. Le ospiti partono bene (6-3 con Garbet), poi grazie a una serie di servizi impressionanti di Zuccarini, che realizza cinque ace consecutivi, spengono ogni velleità di rimonta delle forlivesi: 3-13, prima, e 6-19, poi. La Teodora si aggiudica il parziale per 25-12 e riapre tutti i giochi. Nel quarto parziale, Cremonesi e compagne sembrano ritrovate e scattano subito al via: 3-1 con Zuccarini. La Combitras, però, non crolla, anzi resiste ai tentativi di fuga delle rivali e trova il punto del ricongiungimento con un muro di Borgogelli: 17-17. Riprese le rivali le forlivesi trovano l’allungo decisivo grazie a Pamela Valpiani che porta Forlì fin sul 23-19. Le ospiti reggono, accorciano le distanze (23-21), ma dopo 25’ un errore di Ravenna dà il successo all’Aics per 25-21 e il via alla festa delle forlivesi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -