Forlimpopoli, a Firenze la missione di Casa Artusi

Forlimpopoli, a Firenze la missione di Casa Artusi

Laila Tentoni, Vicepresidente di Casa Artusi, con in mano l�immancabile �La scienza in cucina e l�arte di mangiare bene� di Pellegrino Artusi, e Donpasta

FORLIMPOPOLI - "A Casa Artusi cibo sostenibile significa mangiare bene. Mangiare bene significa "non mangiarsi il mondo" e rispettare la madre terra. La cultura può giocare un ruolo fondamentale nella promozione di un consumo consapevole: è quello che cerchiamo di fare, insieme alla difesa di una identità gastronomica, cucina di casa di ogni territorio". Poche parole per riassumere la mission di Casa Artusi, presentata a Firenze nel prestigioso Teatro della Pergola durante la tavola rotonda dedicata al "cibo sostenibile".

 

Laila Tentoni, Vicepresidente di Casa Artusi, è intervenuta sull'argomento insieme a numerosi ospiti moderati da Gianluca Brunori, della Facoltà di Agraria dell'Università di Pisa, e l'artista Daniele De Michele, alias Donpasta, poco dopo in scena con lo spettacolo "Cook and Roll Circus" nell'ambito della prima edizione di Festival Soul FOOD, di cui Casa Artusi è partner. Musica dal vivo, tagliatelle fatte a mano e parmigiana preparate davanti al pubblico, racconti popolari di emigrati del sud: uno spettacolo multimediale di teatro contemporaneo, tra favole di un vecchio cantastorie e disavventure di un cuoco maldestro.


Visto il progetto culturale alla base della sua performance artistica, prodotta dal Comune francese di Toulouse, Casa Artusi ha aderito volentieri alla richiesta di "patrocinio" di Donpasta, unendosi ad altri enti prestigiosi come l'Università degli studi gastronomici di Slow Food, ARSIA Toscana, Controradio, Radio Popolare, Terreni Fertili, Istituto francese di cultura di Firenze.

 
Donpasta, dj salentino, appassionato di gastronomia, è un grande amico di Casa Artusi: dopo aver tenuto a battesimo l'Associazione delle Mariette dopo la sua nascita, nel maggio 2007, è tornato a Casa Artusi nel gennaio 2010 per presentare la sua ultima fatica letteraria, Food Sound System, nel corso di una memorabile "Domenica delle Mariette".


L'affinità tra Casa Artusi a Forlimpopoli, il primo centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana, e Donpasta, si è solidificata negli anni: Donpasta si definisce infatti "cuoco poeta, ecologista e stralunato che non cucina mai piatti fuori stagione, contrario al "fast food" e agli OGM, denuncia le nuove forme di caporalato e rivendica il cibo come frutto di commistioni meticcie... come pasta e sarde", in linea con la mission non solo di Casa Artusi, ma della città di Forlimpopoli, che da anni, sul solco degli insegnamenti di Pellegrino Artusi, promuove l'utilizzo di prodotti di stagione, la promozione dei prodotti tipici, la tradizione della cucina di casa e le sue contaminazioni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -