Forlimpopoli: clonato un bancomat, sventata truffa per centinaia di risparmiatori

Forlimpopoli: clonato un bancomat, sventata truffa per centinaia di risparmiatori

Forlimpopoli: clonato un bancomat, sventata truffa per centinaia di risparmiatori

Era riuscito ad installare uno di quei diabolici dispositivi che consentono di clonare i codici di bancomat e carte di credito allo sportello della Banca Romagna centro a Forlimpopoli, mettendo in atto una truffa potenziale da svariate migliaia di euro. L'arguzia dell'istituto di credito e il fiuto investigativo dei carabinieri del nucleo radiomobile di Meldola, coadiuvati dai colleghi della stazione di Forlimpopoli, hanno consentito di arrestare un bulgaro di 32 anni.

 

L'uomo, residente negli Stati Uniti ma in Italia senza fissa dimora, è stato fermato dopo due episodi sospetti che si sono verificati il 20 luglio ed il 2 agosto scorsi. Non a caso si tratta di due week-end, giorni nei quali l'afflusso allo sportello bancomat è molto più elevato dei giorni normali, in quanto la filiale dell Bcc Romagna Centro di Forlimpopoli, come tutte le altre banche, è chiusa al sabato e alla domenica.

 

Gli uomini dell'arma stanno indagando per capire chi possa aver aiutato il bulgaro, che quasi certamente non ha agito da solo, ma è soprattutto la grande collaborazione della banca (fatto non usuale in altri casi analoghi) ad aver impedito che centinaia di persone potessero restare vittime della truffa.

 

Già perché in poche ore il malvivente è riuscito a clonare centinaia di codici, che potrebbero essere stati memorizzati dal dispositivo montato sul bancomat o trasmessi ad uno o più complici presenti nei pressi dello sportello.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 32enne bulgaro è stato arrestato con l'accusa di accesso abusivo ad un sistema informatico, detenzione e diffusione abusiva di codici d'accesso e sistemi informatici e frode informatica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -