Forlimpopoli, il sindaco Zoffoli a colloquio con le imprese

Forlimpopoli, il sindaco Zoffoli a colloquio con le imprese

FORLIMPOPOLI - L'Ufficio studi di Confartigianato ha disegnato una mappa dei territori a maggiore presenza di attività abusive e di lavoro irregolare, a guidare il gruppo delle regioni ‘virtuose' l'Emilia Romagna, dove il tasso di irregolarità del lavoro si attesta all'8,1%. La nostra regione rappresenta quindi un'isola felice, ma con doverosi distinguo, la provincia di Forlì-Cesena, infatti, si colloca al 44esimo posto su 103 comuni, a testimoniare il fatto che deve essere mantenuta alta l'attenzione sulla concorrenza sleale e il lavoro nero. Proprio il tema del sommerso è stato tra le priorità emerse dall'incontro tra il sindaco di Forlimpopoli Paolo Zoffoli e due aziende del comprensorio, visitate in occasione dell'iniziativa "Essere in Impresa" assieme a Gianluigi Bandini, funzionario di Confartigianato e Maurizio Laghi, componente del comitato comunale del Basso Bidente.
La prima azienda visitata, Elite Salotti sas di Manuela Amadori, è stata suo malgrado al centro dell'attenzione dei media per aver denunciato la grave situazione di concorrenza sleale nel settore del mobile imbottito forlivese, con tutti i risvolti politici e mediatici che la vicenda ha avuto.


L'imprenditrice ha ripercorso le tappe che hanno portato alla crisi del settore e dal racconto, molto toccante, sono emersi sia l'orgoglio di difendere la propria azienda e le scelte effettuate per cercare di contrastare un sistema che danneggia l'apparato produttivo locale sia, purtroppo, la rassegnazione e la sfiducia per il futuro. Il grido di allarme, già più volte lanciato nelle innumerevoli occasioni pubbliche in cui è intervenuta, riguarda la tutela della legalità e il rispetto delle regole del mercato obiettivi da perseguire con la collaborazione di tutte le forze in campo: Pubblica Amministrazione, organi di vigilanza, associazioni di categoria e imprese. Il sindaco Zoffoli, che ha ascoltato attentamente il racconto dell'imprenditrice, esprimendo pieno appoggio e massima vicinanza all'impresa, si è impegnato a contribuire, assieme a tutti gli attori coinvolti, alla ricerca di condizioni che permettano di operare nella legalità.


La seconda impresa coinvolta la Biguzzi Bruno snc, attiva nel settore dei lavori stradali, è un esempio di riuscito passaggio generazionale; l'azienda fondata da oltre 40 anni dal padre Bruno vede, infatti, attualmente occupati i figli Morena e Vanni. Tra gli argomenti oggetto dell'incontro il nodo degli appalti pubblici: al sindaco Zoffoli è stata evidenziata la necessità di creare gare in grado di assicurare il coinvolgimento delle aziende locali che, oltre a garantire qualità e rispetto dei tempi di consegna, ridistribuiscono la ricchezza prodotta sul territorio. Il primo cittadino, al riguardo, ha affermato che per le prossime opere pubbliche che partiranno a breve - fra cui la rotonda della nuova area artigianale Melatello - l'amministrazione ha invitato a gara le aziende di Forlì-Cesena, del riminese e di Imola, cercando di soddisfare proprio il criterio di territorialità.

 

Conseguente al tema degli appalti, è la sussidiarietà con la sollecitazione di interventi di privati rispetto al pubblico, che dovrebbe operare soltanto in via residuale. Sono state avanzate anche richieste di carattere prettamente locale, ricordando la situazione di via Diaz, attigua alla sede dell'attività di Biguzzi e che, da troppo tempo, necessita di interventi di asfaltatura e messa in sicurezza. Il primo cittadino si è impegnato a valutare idonee soluzioni per intervenire sul tratto di strada interessato. Sono stati chiesti chiarimenti in merito all'orientamento dell'amministrazione sulla riqualificazione delle aree ex Sfir e Orbat, centralissime e molto vaste. L'amministrazione sta valutando il futuro delle aree anche se, verosimilmente, sarà difficile avere prima del 2012 progetti idonei a una riqualificazione sostenibile delle stesse.


Zoffoli, concludendo l'incontro, ha espresso soddisfazione per il confronto con gli imprenditori locali, per conoscere le difficoltà, ma anche la passione e l'orgoglio che li anima e ha ribadito la più ampia disponibilità dell'amministrazione per affrontare qualsiasi necessità o problematica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -