Forlimpopoli: la Festa Artusiana parla francese

Forlimpopoli: la Festa Artusiana parla francese

FORLIMPOPOLI - E' il giorno dei cucini francesi, alla Festa Artusiana a Forlimpopoli. 
Si rinnova anche quest'anno il gemellaggio con la città francese di Villeneuve-Loubet, che in Piazza Pellegrino Artusi vede schierato il gruppo di signore del Comitato Feste Golose con la Pesca Melba, secondo la ricetta originale dello chef Auguste Escoffier (dalle 20 in avanti). Il 9° compleanno del gemellaggio viene celebrato dove i Sindaci di Forlimpopoli e di Villeneuve Loubet alle 18,30 a 18:30 a Casa Artusi, dove si svolgerà anche l'intronizzazione dei cuochi "Discepoli di Escoffier", lo chef che rappresenta in Francia quello che l'Artusi è per l'Italia. Fra gli intronizzati, oltre ad una ventina di cuochi italiani, anche Francisco Anoro, detto «Xicu», il Presidente dell'Associazione catalana "La Cuina de Sils", protagonista con piatti della cucina domestica della loro terra quando si inaugurò il Ristorante di Casa Artusi.
La Francia è presente alla Festa anche con lo stand "Romagna e Beaujolais due territori enogastronomici per un turismo di qualità". Tutte le sere in Piazza Artusi dalle 20 in avanti dimostrazione e degustazione della cucina tipica del Pays de Beaujolais, la patria del "novello" più famoso del mondo, abbinata ai vini dei CRU Beaujolais.  
 
Anche Casa Artusi allarga lo sguardo oltre i confini regionali: in questo caso il protagonista è il Veneto, con i suoi vini e il suo territorio. Giorgio Amadei, sommelier coordinatore didattico regionale AIS Romagna, conduce un incontro di conoscenza e degustazione dedicato ai vini del Veneto, accompagnata da assaggi di prodotti del territorio (Quota individuale di partecipazione 25 euro, per info tel. 0543 743138).
 
Venerdì 25 giugno - il programma completo

Immancabile alla Festa Artusiana, Graziano Pozzetto, Premio Marietta ad honorem 2005 e autore di numerosi libri dedicati alla cucina romagnola, presenta la sua ultima fatica: Rane e ranocchi, memoria e cucina(Panozzo Editore 2008, Piazzetta Berta e Rita, ore 21). L'incontro, moderato da Umberto De Giorgio, Presidente dell'Accademia Artusiana, si concluderà con un assaggio gratuito, organizzato con la collaborazione di: Fish & Frog di Ravenna (rane di fresca macellazione); Forno di Olivio Vassalli di Ferrara (pane fresco tipico ferrarese); Az. Vinicola Umberto Mattarelli di Vigarano Mainarda FE (vino del bosco Eliceo Fortana DOC 2008).
 
La cooperativa Anphora propone al Museo Archeologico Tobia Aldini l'appuntamento con "Conservare il cibo: da Columella ad Artusi": un archeologo accompagnerà alla scoperta dei reperti legati al consumo e alla conservazione dei cibi, con un gustoso omaggio ai partecipanti in collaborazione con CNA e Confcooperative Forlì-Cesena (ore 21,30).
 
In Piazza Artusi proseguono le degustazioni dei prodotti tipici della Romagna. In particolare, questa sera ilConsorzio "Natura e Natura"  di Bagno di Romagna propone una degustazione dei prodotti tipici dell'Alto Savio: bruschetta tradizionale col buon pane montanaro, tortelli alla lastra, salsiccia e cipolla, pasticcio "spiritoso" di Balze (con fagioli e cipolla), oltre ad una vasta gamma di salumi e formaggi. Nell'occasione verrà presentato anche un liquore officinale, chiamato "Spinello" per la sua derivazione dalla pianta dell'olivello spinoso, ed in particolare dalla bacca, un frutto di colore arancione ricchissimo di vitamine (dalle 20 in avanti).
Al loro fianco i prodotti della Comunità Montana Forlivese e della Comunità Montana dell'Acquacheta, che propone "La poesia della qualità e il fascino della produzione, i Cereali e le erbe di campo", in collaborazione con Agriturismo il Pratello di Modigliana. 
Allo stand di Rapsodia di Sapori in Piazza della Marietta è la volta della carne di pollo razza Romagnola e la frutta e verdura razze autoctone, presentate da ARVAR (Associazione Razze e varietà autoctone romagnole), mentre lo stand "Sapore di Romagna: quando la natura diventa cultura"  a cura di CNA, Confcooperative e CIA punta tutto sugli ortaggi di Romagna, che saranno la base dei piatti preparati da Andrea Ravidà, del ristorante Belvedere di Bertinoro: Torretta di melanzane con pomodoro fresco e formaggio di fossa e Tagliatella verde con purea di carote. Per info tel. 0543 770300). 
 
I diversi palchi della Festa offrono un mix di proposte di intrattenimento per tutti i gusti. 
Da segnalare lo spettacolo La Romagna del Passatore. Un'avventura Brillante nella Romagna di fine '800,  una anteprima nazionale da non perdere: la leggenda del Passatore narrata da un burattinaio, un musicista ed un etnomusicologo fra ballate, rime baciate, copioni ottocenteschi di burattinai e fogli volanti dei cantastorie (ore 22:30 in Via Oberdan). Giovani artisti e musica di grande qualità sul Palco di Piazza Trieste con il gruppo Street Clerks, tre voci, un contrabbasso, due chitarre e sessant'anni in tre... Il gruppo vocale-acustico, dirompente e "vintage", formato da Alexander Woodbury accompagnato da Valerio Fanciano (voce/chitarra elettrica) e Cosimo Ravenni (voce/contrabbasso) Gli Street Clerks fondono, con eleganza, stile contemporaneo e originalità espressiva, la tradizione anglo americana più divulgata e apprezzata dagli anni 50 ai giorni nostri, affrontando un repertorio lontano al loro tempo, raramente praticato dalle nuove generazioni musicali, dai Beatles a Simon&Garfunkel, da Bob Dylan a Elvis, da Bill Haley a High Noon. Nel luglio 2008 si sono aggiudicati il premio come migliori artisti al "Pelago On The Road Festival", rassegna per artisti di strada provenienti da tutta Europa (ore 21,30).
Nel Fossato della Rocca  va in scena Il Principe pittore a cura di Laura Aguzzoni e Giampiero Pizzol: una vera fiaba che narra di re e regine, di castelli e boschi, di draghi e principesse, ma in cui i duelli si svolgono a colpi di pennello (ore 21), mentre in Piazza Pompilio si esibisce il francese Jossua, che propone uno spettacolo di grande impatto visivo, coreografato anche con attrezzi infuocati (ore 21).  In Via Veneto sale sul palco Il Teatro Viaggiante,  formato Elisabetta Cavana, Edoardo Mirabella e Diego Draghi, tre poliedrici artisti che stupiranno il pubblico con la loro giocoleria e simpatia (ore 21), mentre per chi ama ballare l'appuntamento è all'Area San Rufillo con il Balera Club (ore 21). 
Infine al Cinema Verdi si ride con la commedia francese Giù al nord di Danny Boon,  il più grande successo francese d'ogni tempo con oltre 21 milioni di spettatori in sala (ore 21,40).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -