Forlimpopoli: stato di agitazione alla Sfir, appello al sindaco

Forlimpopoli: stato di agitazione alla Sfir, appello al sindaco

FORLIMPOPOLI - Stato di agitazione per tutti i lavoratori dela Sfir. Le Segreterie Nazionali di FLAI CGIL, FAI CISL, UILA UIL, riunitesi a Roma il 27 ottobre 2008, unitamente alle strutture territoriali ed alle RSU hanno dichiarato lo stato di agitazione di tutto il Gruppo SFIR con il conseguente blocco delle merci e delle lavorazioni dal lavoro a partire da Mercoledì 29 ottobre, con presidio fra gli altri del sito di Forlimpopoli.

 

Obiettivo della protesta è quello di "contrastare le decisioni unilaterali dell'Azienda rispetto al futuro dei siti produttivi - spiegano i rappresentanti dei lavoratori - e soprattutto contro le interpretazioni unilaterali che la Direzione Aziendale ha tenuto in merito all'accordo siglato il 6 ottobre 2008 in Municipio tra organizzazioni sindacali e Azienda, interpretazioni di peggior favore salariali e normative che minano e penalizzano le condizioni dei lavoratori".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per questo le Organizzazioni Sindacali ritengono che il Sindaco di Forlimpopoli si debba fare garante del sopracitato accordo - affermano i sindacati - affinché siano rispettate le condizioni salariali e contrattuali sancite dalla stessa intesa. La mobilitazione proseguirà sino all'ottenimento di un incontro finalizzato ad individuare soluzioni condivise in grado di garantire il futuro industriale ed occupazionale e di applicare integralmente, senza libere interpretazioni, gli accordi convenuti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -