Forlimpopoli: tentò di uccidere la figlia a coltellate, il padre patteggia

Forlimpopoli: tentò di uccidere la figlia a coltellate, il padre patteggia

Forlimpopoli: tentò di uccidere la figlia a coltellate, il padre patteggia

Tentò di uccidere a coltellate la figlia di 21 anni. Il padre, un 47enne dello Sri Lanka, residente a Forlimpopoli, ha patteggiato davanti al gip del Tribunale di Forlì, Rita Chierici (pm Fabio di Vizio) due anni e mezzo di reclusione. L'episodio si verificò la sera del primo dicembre scorso.  Fuori di sè forse per aver alzato un po' troppo il gomito, aveva a cominciato a mettere a soqquadro l'appartamento di viale Matteotti, 3, cercando poi di colpire la figlia.

 

Quest'ultima riuscì ad evitare i colpi del padre e a mettersi in salvo sul balcone di casa. Le grida disperate della ragazza attirarono i vicini, che già erano in allarme per i rumori che provenivano da quell'abitazione. Successivamente avevano riferito che non è la prima volta che in quella famiglia si scatenavano liti verbali, ma mai di quella portata. A quanto pare l'uomo non accettava lo stile di vita troppo all'"occidentale" della ragazza.

 

Immediato l'arrivo sul posto dei carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Meldola, supportati dai colleghi della stazione di Forlimpopoli. Angelo Warnakulasuriya, questo il nome del padre, venne poi arrestato dagli uomini dell'Arma con l'accusa di tentativo di omicidio, ma tale capo di imputazione è stato modificato in sede di udienza preliminare in tentate lesioni gravi.

 

Il 47enne, che doveva rispondere anche di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona, ha patteggiato la pena di due anni e mezzo di reclusione. Dopo aver trascorso circa quattro mesi di reclusione presso il carcere di Forlì, gli sono stati concessi i domiciliari. Al termine dell'udienza è tornato in libertà. L'uomo è stato difeso dall'avvocato Valerio Girani.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -