Forlivesi in prima linea alla conferenza delle donne del PD

Forlivesi in prima linea alla conferenza delle donne del PD

Forlivesi in prima linea alla conferenza delle donne del PD

FORLI' - Una nutrita delegazione di donne forlivesi ha partecipato sabato alla prima conferenza regionale delle donne del Partito Democratico, tenutasi a Parma, presso la locale Camera di Commercio. La riunione parmense si è conclusa con la nomina dei membri, per il prossimo triennio, dell'esecutivo regionale della Conferenza delle donne PD. Per la città di Forlì saranno Lucia Bongarzone, Tatiana Gentilini, Maria Teresa Vaccari.

 

Inoltre della delegazione emiliano-romagnola alla conferenza nazionale delle donne di fine febbraio faranno parte, per la federazione forlivese, Gessica Allegni, Bruna Baravelli, Lucia Bongarzone e Maria Teresa Vaccari.

 

Tatiana Gentilini, responsabile per il territorio forlivese dei lavori della conferenza ha ricordato come a Forlì sia fondamentale la parità di genere, già praticata in tutti gli organismi di partito, sia elettivi che esecutivi, e nelle istituzioni locali , tanto da fare di Forlì il "Comune più rosa d'Italia", come sancito dal Forum Nazionale della Pubblica Amministrazione.

 

"La politica non è solo un'attività per uomini, anzi, ha bisogno del contributo attivo e concreto anche delle donne - commenta Marco Di Maio, 27 anni, il più giovane segretario territoriale del Pd in Emilia-Romagna e non solo -. Un contributo che non deve essere 'separato' da quello degli uomini, ma deve anzi mischiarsi con esso, per far sì che i problemi delle donne divengano questione su cui tutti devono cimentarsi e trovare soluzioni". "A Forlì abbiamo deciso, prima che altrove, che la parità di genere va rispettata sia nelle parole che nei fatti - ricorda Di Maio -. La scelta di dedicare un gruppo di lavoro ai problemi prettamente femminili nasce perchè oggi, troppo spesso, si trascura la condizione di vita delle donne, la cui giornata spesso dura, non 24, ma 27 ore, per gli impegni lavorativi e famigliari che devono sostenere. Questa condizione va affrontata con misure incisive, ad esempio con sgravi fiscali e con provvedimenti che vadano nella direzione di non 'penalizzare' l'essere donna. Centrale, poi, è il tema dell'occupazione femminile, che nella provincia di Forlì-Cesena è la più bassa della regione".

 

Alla conferenza di Parma sono intervenuti, tra gli altri, Vasco Errani, Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Banaccini Segretario Regionale PD, la Senatrice del PD, Mariangela Bastico, e Debora Serracchiani, parlamentare europea del PD. La conferenza regionale delle donne ha coinciso con l'avvio della campagna di sensibilizzazione e di presa di coscienza "Non siamo bambole", una firma per le dimissioni del Presidente Berlusconi con l'invito"a toglierci dall'imbarazzo": centinaia di firme raccolte in sala, fra le partecipanti e nei numerosi banchetti allestiti dal PD nelle piazze. Il logo della campagna, è stato scritto a caratteri rosa su cerchio fucsia: DNA intelligenza e passione, quello che serve all'Italia noi lo abbiamo dentro

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -