Formazione professionale, 5 milioni di euro in arrivo dalla Regione

Formazione professionale, 5 milioni di euro in arrivo dalla Regione

Formazione professionale, 5 milioni di euro in arrivo dalla Regione

BOLOGNA - Siglato l'accordo tra l'Assessorato regionale alla Scuola e Formazione e l'Ufficio Scolastico Regionale per l'attuazione del nuovo sistema regionale dell'Istruzione e Formazione professionale.  Dall'anno scolastico 2011-2012 gli studenti diplomati alla scuola secondaria di primo grado potranno iscriversi a un percorso quinquennale di istruzione secondaria superiore - istituto professionale - e, contestualmente, ad una qualifica professionale triennale.

 

I soggetti che gestiranno i percorsi triennali a qualifica saranno gli Istituti Professionali in sussidiarietà e gli Enti di formazione professionale accreditati, che collaboreranno in vista dell'obiettivo di garantire a tutti i ragazzi l'assolvimento dell'obbligo di istruzione e il conseguimento di una qualifica professionale.

 

L'accordo prevede di sviluppare le competenze di base dei ragazzi, come prevenzione alla dispersione, e di agevolare i passaggi tra i due sistemi attraverso il reciproco riconoscimento dei crediti. Istituti professionali ed enti di formazione collaboreranno per agevolare il recupero dei ragazzi a rischio di insuccesso formativo, ricorrendo ad esempio a percorsi personalizzati che prevedano metodologie il più possibile pratiche e di laboratorio.

 

"La Regione ha a cuore l'affermazione professionale di tutti i ragazzi -  spiega  l'assessore regionale alla Scuola e Formazione Patrizio Bianchi - e crediamo che questo modello possa permettere a tutti di acquisire una qualifica di tre anni o di arrivare al diploma in cinque anni. Abbiamo messo a disposizione degli istituti professionali 5 milioni di euro per il prossimo anno scolastico, riteniamo che investire nella istruzione e nella formazione professionale sia oggi l'azione necessaria per consentire al nostro sistema produttivo di riprendere il cammino".

 

"Nel sottoscrivere questo accordo - sottolinea il vicedirettore dell'Ufficio Scolastico Regionale Stefano Versari - che attua a livello regionale le norme generali dell'istruzione definite dal Parlamento e le indicazioni della Conferenza Stato-Regioni, diamo una grande opportunità a famiglie e studenti: sarà agevolata, infatti, la possibilità di individuare il percorso più adatto ad ognuno grazie alla duplice offerta quinquennale e triennale degli istituti professionali statali".

Le competenze che i giovani potranno acquisire nel triennio corrispondono a quelle previste dal Sistema Regionale delle Qualifiche, correlate alle figure nazionali, e sarà garantito il raccordo fra il sistema nazionale di istruzione e il sistema IFP regionale, per consentire il passaggio degli studenti da un percorso all'altro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -