Fotovoltaico, imprenditori allarmati: "L'unico settore che trainava"

Fotovoltaico, imprenditori allarmati: "L'unico settore che trainava"

Sergio Lorenzi

L'allarme sul fotovoltaico, con il decreto Romani che sta scatenando un putiferio a livello nazionale, preoccupa anche gli imprenditori del territorio romagnolo. "Si parla dell'unico settore che stava trainando l'economia. Ci sono aziende che hanno partite aperte anche per 10-20 milioni di euro", conferma Sergio Lorenzi, presidente del Cear (Consorzio elettricisti Forlì-Faenza), che giovedì pomeriggio si è recato, insieme con Enzo Cortesi, presidente di Cclg Forlì e di Cna Forlì-Cesena, a Roma per un incontro alla Camera dei Deputati.

 

Si tratta solo di un incontro conoscitivo nel quale gli imprenditori hanno fatto valere le proprie ragioni. "Sul territorio della provincia di Forlì-Cesena - spiega Cortesi - il danno può arrivare a 150 milioni di euro. Sono in pericolo oltre 300 imprese che lavorano nel settore delle energie rinnovabili, per il 90% si tratta di piccolissime imprese che dall'edilizia sono passate a questo settore. Considerando anche l'indotto si rischiano fino a 150 disoccupati".

 

"E' un vero disastro mettere in discussione una regola già confermata da agosto, entrata in vigore - sottolinea Mauro Righi, presidente di Elektrica di Mercato Saraceno - io sono convinto che il governo farà un passo indietro, altrimenti innescherebbe una serie di azioni legali da parte dei grandi gruppi infinite. Se si procede per questa strada aziende come le nostre rischiano di dover dimezzare il personale, con danni che superano il milione di euro".

 

"Ci sono sul nostro territorio - conclude Lorenzi - tantissimi progetti, dei quali molti già partiti. I danni si iniziano a contare anche per chi ha solo acquistato i pannelli".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara Fabbri

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Albatros
    Albatros

    Fra coloro che nell'articolo esprimono preoccupazione pare ci sia qualche simpatizzante berlusconiano......Pensano di far causa al loro PADRONE?..... NO PASARAN

  • Avatar anonimo di Effe
    Effe

    Dorian, per me hai centrato il punto tranne su una cosa. La parità di costo tra fossile e fotovoltaico si raggiungerà nel 2014-15. Senza incentivi la cosa non starebbe in piedi. Anche secondo gli esperti del settore gli incentivi sono troppo alti. Ma come sempre si rimedia ad un errore con la vanga.... Poi vabbe, ci sarebbe da parlare di tutti gli altri incentivi che ricevono tutti gli altri settori, ma forse è troppo lunga.

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Speculazione nel senso di un settore sovralimentato con soldi di tutti. Effe ha ragione, ma la speculazione nel settore immobiliare non è guidata in modo così radicale da danari statali. Comprare una casa a 10 e venderla a 100, con un guadagno di 90, è speculazione, ma fatta con i soldi e con il rischio di chi la fa. Qui più che altro il problema è che i 90 li paga lo stato. Cioè tutti noi. Ora: vabbè che non sono proprio "90" e vabbè che si parla di verde, quindi di energie rinnovabili. Quindi un fine nobile, e non bieco. Ma forse si è un poco esagerato ... tutto qui. Se l'investimento nel fotovoltaico è buono, lo è anche senza i soldi dello stato.

  • Avatar anonimo di steno
    steno

    quando si fanno lavorare centinaia di persone non vi sono dubbi che non vi è speculazione. Se è la speculazione che preoccupa fate un giro nelle borse europee e pensate a quanti danni stiamo pagando per i veri speculatori...come al solito c'è chi ascolta la voce del padrone e pensa sia una verità assoluta.

  • Avatar anonimo di Effe
    Effe

    Eheheh! Finché la speculazione si faceva sulle case però tutti zitti e mosca....

  • Avatar anonimo di FrancoSe
    FrancoSe

    Settore trainante o speculativo?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -