Frana a Corniolo, la Provincia assicura: "Entro il 10 maggio la strada provvisoria"

Frana a Corniolo, la Provincia assicura: "Entro il 10 maggio la strada provvisoria"

Un momento dell'incontro in Provincia

Si è svolta nella sede della Provincia di Forlì-Cesena, una "full immersion", promossa sul tema del rilancio turistico del territorio montano, a seguito della frana del 19 marzo scorso che ha coinvolto le frazioni di Corniolo/Campigna. La Provincia ha assicurato che la strada provvisoria aprirà entro il 10 maggio: i lavori sono stati finanziati dalla Regione per 300mila euro (con 50mila per i danni collaterali) e da RomagnaAcque per 1 milione di euro per la sistemazione della Bidentina.

 

L'incontro è stato organizzato per ascoltare gli imprenditori del territorio, che hanno partecipato numerosi, raccoglierne le istanze, la segnalazione di criticità, i suggerimenti e le idee, per comporre un vero e proprio piano di interventi promozionali ad hoc, da presentare alla Regione Emilia Romagna e ad APT Servizi e per fornire informazioni sui possibili canali di finanziamento anche per le imprese.

 

La Provincia di Forlì-Cesena conferma e ribadisce il proprio impegno nella promozione del Parco Nazionale, da sempre oggetto di grande attenzione da parte dell'Amministrazione, che ha promosso il proprio territorio come "Cuore verde della Romagna", per sottolineare l'importanza di questa grande risorsa naturalistica e turistica.

 

Il sostegno della Provincia si è espresso negli anni utilizzando tutti gli strumenti di finanziamento a propria disposizione, il POR FESR come il PTPL, le cui linee direttive per il 2011 premiano proprio le aggregazioni di diversi Comuni e territori nella promozione delle eccellenze esistenti.

 

In relazione all'evento franoso, il Vice Presidente Russo, con delega alla Protezione Civile, assicura che i tecnici della Provincia, sotto la direzione dell'ingegner Valpiani, apriranno entro il 10 maggio, la strada provvisoria che valica il fronte franoso, per permettere di riattivare il transito, anche a doppia corsia e per i pulman.

 

I lavori sono stati finanziati dalla Regione Emilia Romagna per 300.000,00 euro, con una provvidenza di 50.000,00 euro per i danni collaterali, e Romagna Acque ne ha stanziati 1.000.000,00 per la sistemazione della Bidentina, SP4.

 

"Da questo incontro è nato lo stimolo per rendere un evento negativo, come la frana che ha coinvolto il nostro territorio, spunto positivo e propositivo - commenta l'Assessore al Turismo e Cultura, Iglis Bellavista - per creare delle vere e proprie sinergie tra soggetti pubblici e privati, con l'idea di strutturare progetti rivolti al futuro e rilanciare un intero territorio".

 

Tra le iniziative della giornata, l'incontro "Sinergie fra Parco Nazionale e Fondazione Cassa Risparmi Forlì", un progetto che si colloca pienamente nel più ampio quadro delle iniziative promosse dalla Provincia di Forlì-Cesena, che vede diversi soggetti impegnati nel rilancio del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

 

Hanno partecipato all'incontro Piergiuseppe Dolcini, Presidente della Fondazione Carisp, il Vicepresidente del Parco Gabriele Locatelli e il Direttore Giorgio Boscagli, ospiti dell'Assessore provinciale al Turismo e Cultura, Iglis Bellavista.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -