Frane continue, Sicilia e Calabria messe a dura prova

Frane continue, Sicilia e Calabria messe a dura prova

Frane continue, Sicilia e Calabria messe a dura prova

MESSINA - Serie continue di frane stanno mettendo in ginocchio il sud Italia. Mentre a San Fratello lo smottamento minaccia di inghiottire l'intero paese, a Maierato, paese di 2.300 persone in provincia di Vibo Valentia, un'intera montagna è venuta giù. Il paese è stato interamente evacuato. Situazione critica anche in tutta la Calabria: dopo giorni di pioggia incessante le frane sono 180 e 27 le arterie stradali tra provinciali ed ex statali completamente off-limits.

 

SITUAZIONE IN CALABRIA - Il bilancio degli smottamenti si aggiorna di ora in ora. Hanno dovuto abbandonare le loro case, per la minaccia di frane alcune famiglie a Mendicino (Cosenza) e a Gimigliano (Catanzaro), mentre proprio alle porte del capoluogo di regione, a Germaneto, i tecnici del comune e della Protezione civile stanno valutando la necessità di procedere allo sgombero di altre trenta famiglie da alcune abitazioni minacciate da un nuovo fronte franoso che ha già reso impraticabile una strada. Ad Acri e Castiglione Cosentino, in provincia di Cosenza, i vigili del fuoco hanno raggiunto alcune abitazioni isolate a causa di smottamenti che hanno ostruito le strade, mentre a Bisignano è in pericolo il Santuario dedicato a Sant'Umile la cui chiesa è stata dichiarata inagibile.

 

EMERGENZA IN SICILIA - Anche la Sicilia è messa a dura prova: la giunta regionale siciliana, dopo il grave dissesto idrogeologico del comune di San Fratello, ha dichiarato lo stato di calamità per il comune dei Nebrodi e per gran parte del territorio della provincia di Messina. Lo stesso provvedimento riguarda anche parte della provincia di Palermo, interessata dal dissesto. La giunta ha inoltre deliberato la richiesta dello stato di emergenza al Consiglio dei ministri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -