Frane in tutto il Forlivese, torna l'allerta. Dovadola bussa ai fondi per l'emergenza

Frane in tutto il Forlivese, torna l'allerta. Dovadola bussa ai fondi per l'emergenza

Il muro di contenimento che trattiene la frana a Dovadola

DOVADOLA - Per lo smottamento che incombe su una palazzina di tre piani, abitata da 25 persone, il Comune di Dovadola conta di agganciare i fondi che la Regione metterà a disposizione per lo stato di emergenza a causa del maltempo dei giorni di Natale. In particolare sarà necessario rialzare il muro di contenimento che protegge lo stabile. Ma tutto il territorio forlivese frana: smottamenti si sono verificati a Modigliana, Tredozio, Santa Sofia e Premilcuore.

 

> FRANA SU UN CONDOMINIO, LE FOTO

 

L'allerta torna alta. I versanti, con le piogge e la neve degli ultimi dieci giorni, sono carichi d'acqua e le nuove precipitazioni previste per i prossimi giorni potrebbero peggiorare la situazione. Nei comuni di Modigliana e Tredozio si sono "rimessi in moto" movimenti franosi già in atto da tempo. A Premilcuore si sono verificati lievi disagi alla viabilità comunale, mentre nel territorio di Berleta di Santa Sofia nei giorni scorsi è stata chiusa per alcune ore la provinciale Bidentina.

 

Ma è Dovadola a preoccupare di più. Qui ben 13 nuclei famigliari, in totale 25 persone (circa la metà sono stranieri), sono stati fatti sgomberare alle 4 di notte della Vigilia di Natale e sono rientrati nelle loro case alle 19 del giorno di Natale, dopo una notte passata sulle brandine allestite dalla protezione civile nella palestra comunale e un pranzo offerto dal Comune in un ristorante di Dovadola. "La protezione civile è stata efficientissima", commenta il sindaco di Dovadola Carlo Adamczyk.

 

Dalla sera di Natale la protezione civile, come richiesto dai vigili del fuoco, sta monitorando il movimento franoso di via Rio Castello due volte al giorno. Oggi lunedì, invece, ci sarà un sopralluogo più articolato da parte dei tecnici della Provincia, assieme ad una ditta specializzata, per la valutazione del danno e di conseguenza la richiesta dei fondi regionali per l'emergenza. Sarà poi la Regione, l'assessorato alla protezione civile, a dover valutare se l'episodio di Dovadola rientra nei crismi dell' "evento di intensità regionale" per ottenere i fondi.

 

La soluzione, prospetta il sindaco Adamczyk, è quella di innalzare il muro di contenimento a difesa dello stabile, creando una grande intercapedine per l'eventuale accumulo di materiale che potrebbe scendere dal costone. "Dovrebbe bastare", spiega il primo cittadino. Nel frattempo tutte le famiglie interessate sono tornate nelle loro abitazioni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -