"Frode covid", pacco sospetto a Bonaccini. La solidarietà: "Basta clima violento"

Nel primo pomeriggio di lunedì due uomini si sono presentati nell'abitazione di Bonaccini, consegnandogli un pacco di cartone con su scritto 'Frode Covid'

Minacce al governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini. Nel primo pomeriggio di lunedì due uomini si sono presentati nell'abitazione di Bonaccini, consegnandogli un pacco di cartone con su scritto 'Frode Covid', dicendogli anche che gli ospedali sarebbero vuoti e che si toglie lavoro alle persone. Il presidente Bonaccini ha allertato i carabinieri.

La presidente dell'Assemblea legislativa Emma Petitti esprime "solidarietà" e "ferma condanna contro persone che usano modi violenti ed esacerbano un clima già di tensione, a cui le istituzioni stanno cercando di dare risposte". "La totale solidarietà della Lega Romagna al presidente Bonaccini e alla sua famiglia - sono le parole del segretario Jacopo Morrone -. Non c'e mai alcuna giustificazione per gesti riprovevoli di minaccia, violenze o violazioni del vivere civile”.

Solidarietà è stata esternata anche dai Repubblicani della Provincia di Ravenna tramite il segretario e vicesindaco, Eugenio Fusignani: "Esprimo solidarietà e vicinanza al Presidente Bonaccini per l'inaccettabile intimidazione subita. Il nemico resta il virus, non le istituzioni e i suoi rappresentanti. Continuiamo a lavorare tutti insieme perchè la tutela della salute dei cittadini vada di pari passo con azioni concrete a sostegno di imprese e attività".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -