Frode da 26 milioni, indagini anche a Forlì

Frode da 26 milioni, indagini anche a Forlì

Frode da 26 milioni, indagini anche a Forlì

FORLI' - C'è anche Forlì nell'indagine della Guardia di Finanza di Verona su presunte fatture false e bilanci fittizi che ha colpito undici società tra le province di Verona, Mantova, Brescia, Ferrara e, appunto, Forlì. Le Fiamme Gialle, al termine di un'inchiesta durata un anno nel corso della quale sono stati analizzati i bilanci delle aziende dal 2002 al 2009, hanno scoperto una frode fiscale per 26 milioni di euro. Sono tredici le persone che sono state denunciate a piede libero.

 

A capo dell'organizzazione vi era un ex artigiano, istruito dal suo commerciale, il quale l'aveva messo a capo di due ditte individuali e nominato amministratore di altre tre società di capitali. L'obiettivo era quello di emettere fatture false. In base a quanto accertato dai "baschi verdi", le società intestate dall'ex artigiano incassavano il bonifico per la falsa fattura.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Successivamente venivano effettuati alcuni prelievi sempre dello stesso importo. Si tratta del denaro da restituire in contante alle aziende complici, le quali, grazie ai fondi non dichiarati, acquistavano in 'nero' nuovo rottame a prezzi vantaggiosi.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di pm
    pm

    Noto ancora una volta che mentre i ladri di polli vengono arrestati e sbattuti in prima pagina, per i responsabili di ujna frode da 26 milioni è prevista la sola denuncia e l'anonimato, magari in attesa che il reato si prescriva. (Patrizio)

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -