Fumo, giro di vite della Regione: niente sigarette all'aperto

Fumo, giro di vite della Regione: niente sigarette all'aperto

La Regione dichiara “guerra” ai fumatori. Una serie di azioni di contrasto saranno contenute in un’apposita legge regionale tesa ad inasprire i divieti di fumo già esistenti. Le sigarette saranno bandite per medici e pazienti in tutte le strutture sanitarie (anche all’aperto) e vi sarà il divieto assoluto di fumare anche nei cortili delle scuole. In Emilia-Romagna circa un terzo della popolazione ha il vizio del fumo. Incentivi per i pubblici esercizio.

A firmare la proposta è l’ex consigliere regionale dei Verdi (ora sostenire degli ecologisti per il partito democratico), Gianluca Borghi. Il progetto di legge è stato presentato in un’udienza conoscitiva svoltosi durante una riunione della Commissione regionale competente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le misure volte a favorire il diffondersi dei divieti e allo stesso tempo a raggiungere l’obiettivo di togliere la sigaretta dalla bocca di sempre più persone, c’è anche la novità di una serie di incentivi o premi che verranno attribuiti a quei locali che faranno rispettare i divieti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -