Fuori dal museo perchè a volto coperto, da Libertà e Futuro solidarietà al guardiano di Venezia

Fuori dal museo perchè a volto coperto, da Libertà e Futuro solidarietà al guardiano di Venezia

In merito all'episodio accaduto a Venezia, dove un guardiano ha vietato l'ingresso, nelle sale di Cà Rezzonico, celebre palazzo sul Canal Grande che ospita il museo del Settecento veneziano, ad una donna che indossava il niqab, la quale era stata invitata a togliere il velo o restare fuori per motivi di sicurezza, arriva la solidarietà al guardiano da parte di Libertà e Futuro, per voce del suo coordinatore Daniele Baldini.

 

"Oggi - rimarca Baldini - vi è un'emergenza sicurezza, qualunque persona si presenti col volto coperto in un luogo pubblico e/o aperto al pubblico, penso che sarebbe invitata, dalla vigilanza, a rendersi riconoscibile, cosi come previsto dalla vigente normativa ( art. 85 . TULPS
)".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non penso - prosegue - che l'episodio in questione sia da interpretare come atto discriminatorio e possa essere oggetto di provvedimenti in merito. Nel caso in cui scattassero provvedimenti, LF disposta a mettere a disposizione i Legali che collaborano con noi per la difesa di un lavoratore che rischia sanzioni, in prima persona, per aver svolto correttamente il proprio dovere".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -