Furto di un braccialetto, Ruby assente al processo

Furto di un braccialetto, Ruby assente al processo

Furto di un braccialetto, Ruby assente al processo

MESSINA - Slitta al prossimo 15 giugno l'udienza del processo in cui è indagata Karima El Mahoroug, meglio conosciuta come "Ruby Rubacuori", accusata del furto di un braccialetto d'oro avvenuto in un Centro benessere di Messina dove lavorava nel 2009. La giovane marocchina non si è presentata al tribunale dei minori di Messina perché il suo avvocato, Paola Boccardi di Milano, ha presentato un'istanza di rinvio poiché non ha potuto visionare il fascicolo".

 

Lo ha spiegato l'avvocato Alessandro Billè, delegato per l'occasione dal legale della ragazza. Dalle carte processuali, ha spiegato, "emergono cose più gravi di quelle per cui è indagata Ruby, che probabilmente non saranno di competenza di questa procura ma di quella ordinaria, dove la giovane è persona offesa".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'avvocato implicitamente ha fatto riferimento alle dichiarazione davanti ai magistrati di Ruby, che ha accusato la titolare del centro benessere di averle proposto di prostituirsi. In un'occasione, sempre secondo quanto riferito la giovane, una di queste persone avrebbe anche tentato di violentarla.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -