G8 a Genova: 15 condanne e 30 assoluzioni

G8 a Genova: 15 condanne e 30 assoluzioni

G8 a Genova: 15 condanne e 30 assoluzioni

GENOVA - Trenta assoluzioni e quindici condanne. Dopo quasi 10 ore di camera di consiglio, il tribunale di Genova ha emesso la sentenza sul processo per le violenze commesse nella caserma di Bolzaneto durante il G8 nel luglio 2001. Le pene variano da 5 mesi a 5 anni, e in totale sono stati inflitti 24 anni di carcere ai quindici condannati. Inizialmente ne erano stati chiesti complessivamente 80. Tra i 45 imputati c'erano esponenti delle forze dell'ordine e medici.


Per loro i reati contestati erano di abuso d'ufficio, violenza, falso ideologico, abuso d'autorità, violazione dell'ordinamento penitenziario e della convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali.

La pena più severa è stata inflitta a Antonio Biagio Gugliotta, ispettore della polizia penitenziaria. Tra gli altri condannati dal tribunale di Genova spiccano i nomi di Alessandro Perugini, il funzionario di polizia con il grado piu' alto nella struttura (e numero due della Digos all'epoca dei fatti) e dell'ispettore Anna Poggi, cui sono stati comminati 2 anni e 4 mesi di reclusione ciascuno;

Condanne anche per Daniela Maida, ispettore superiore ad 1 anno e 6 mesi di reclusione; Antonello Gaetano, a 1 anno e 3 mesi, gli ispettori della polizia di Stato Matilde Arecco, Natale Parisi, Mario Turco e Paolo Ubaldi ad 1 anno di reclusione ciascuno. Massimo Luigi Pigozzi, assistente capo della polizia di Stato a 3 anni e 2 mesi di reclusione; Barbara Amadei a 9 mesi, Alfredo Incoronato a 1 anno, Giuliano Patrizi a 5 mesi. Sono inoltre stati condannati i medici Giacomo Toccafondi ad 1 anno e 2 mesi di reclusione e Aldo Amenta a 10 mesi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -