Galeata, assocazione "per l'integrazione" e Lega Nord ai ferri corti

Galeata, assocazione "per l'integrazione" e Lega Nord ai ferri corti

GALEATA - Sull'ipotesi di un locale adibito a luogo di cultura e di preghiera per gli islamici sono ai ferri corti la Lega Nord e l'associazione socio-culturale galeatese "Per l'integrazione", che ha affittato i locali situati nell'edificio di via Don Giulio Facibeni a Galeata. A tal punto che l'associazione sostiene di aver presentato denuncia contro il Carroccio galeatese.

 

Precisano: "Abbiamo presentato al Comune di Galeata una regolare richiesta di cambio destinazione d'uso per svolgere le nostre attività associative, visto che prima c'era un'attività commerciale. Siamo fiduciosi di poter ricevere una risposta positiva dall'amministrazione comunale con la quale abbiamo sempre dialogato in modo costruttivo e con la massima disponibilità, senza mai pretendere nulla e pagando sempre di tasca nostra le spese per la concessione di alcune sale che abbiamo utilizzato in passato".

 

Da qualche mese, sono comparsi per il paese volantini della Lega Nord della sezione di Galeata in cui, per l'associazione "sono comparse affermazioni false, ingiuriose e diffamatorie nei confronti della nostra associazione che, per questi motivi, ha già dato mandato ad un legale per procedere ai sensi di legge nella tutela della nostra onorabilità".

 

E ancora: "Circa 40 persone, nostri amici e connazionali, offrono i loro risparmi alla nostra associazione per pagare l'affitto mensile della nuova sede, come facevano in passato per la vecchia sede che abbiamo già lasciato. Nel volantino della Lega Nord, però, c'è scritto che noi affittuari abbiamo i soldi per pagare la nostra sede mentre non li abbiamo per pagare le bollette e l' assicurazione dell'auto. Intanto, questa dichiarazione è offensiva anche per le autorità competenti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

perché lascia intendere che sotto i loro occhi ci siano numerosi automobilisti che viaggiano per le strade di Galeata e della Val Bidente senza regolare certificato assicurativo. Tutti i nostri associati sono onesti lavoratori con famiglie che da 16 anni hanno contribuito e stanno contribuendo a far crescere l'economia di tutta la Val Bidente. Gestiamo attività commerciali a Galeata, paghiamo regolarmente le bollette e tutti usiamo la macchina con l'assicurazione valida".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -