Galeata, commemorazione domenica per Don Carlo Zaccaro

Galeata, commemorazione domenica per Don Carlo Zaccaro

Galeata, commemorazione domenica per Don Carlo Zaccaro

GALEATA - Si è scelta la giornata di domenica, in concomitanza con la festa di Sant'Ellero, per le commemorazioni del sacerdote dell'Opera Madonnina del Grappa Don Carlo Zaccaro, scomparso nel 2010. Alle 11, presso l'abbazia di Sant'Ellero, avrà luogo la messa solenne celebrata dai sacerdoti della Diocesi di Forlì-Bertinoro, dell'Opera Madonnina del Grappa di Frenze e dei Padri Carmelitani di Lugo di Romagna. Presiederà la cerimonia Monsignor Dino Zattini, Vicario Generale della diocesi di Forlì-Bertinoro.

 

A conclusione della funzione alcuni amici di Don Carlo ricorderanno il sacerdote.

Alle 13 avverrà l'intitolazione di un via cittadina alla figura di Don Carlo Zaccaro, alla presenza delle autorità. Alle 13.30 sarà il momento del pranzo presso l'area feste di Galeata, momento in cui verranno raccolti fondi dall'Opera Madonnina del Grappa a favore della missione in Albania. Infine, alle ore 16, presso il Teatro Comunale di Galeata, sarà presentato il libro di Mario Bertini intitolato "Don Carlo Zaccaro, la fantasia dell'Amore". Interverranno Stefania Saccardi, assessore al welfare del Comune di Firenze e Stefano Marmugi, Presidente della circoscrizione n.1 del Comune di Firenze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di germano pestelli
    germano pestelli

    Non potrò essere domani a galeata per ricordare Don carlo,me ne dispiace,ma Don carlo vive con la sua forza e la sua gioventu' in tutti coloro che lo hanno conosciuto.Lo conobbi nel 1999 e da allora ho collaborato con lui a Scutari.Aveva l'età di mio padre e per me è stato come un secondo padre.Lo ricordo sempre con serenità ed affetto come ricordo anche un altro sacerdote che è tornato di recente tra le braccia del Padre: don Amedeo Pasini che mi ha cresciuto nell'attenzione ai bisogni delle persone.Ricordiamoli con gioia perchè entrambi ci stanno guidando ancora oggi in quello che facciamo in favore dei piu' poveri.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -