Gambettola, alla 'Fabbrica' rinascono gli antichi mestieri

Gambettola, alla 'Fabbrica' rinascono gli antichi mestieri

GAMBETTOLA - Riapre a Gambettola, nel complesso della Fabbrica di Angelo Grassi, un'antica bottega artigianale dedicata ai mestieri di una volta. "Il Cigno Nero", un laboratorio di falegnameria con restauro, pittura e lavorazione della pietra curato dall'artista Plinio Rossi, che inaugura ufficialmente sabato 19 marzo alle 15.
 
Rossi, 52 anni, cesenate di adozione ma originario di San Piero in Bagno, ha ereditato l'arte di lavorare la pietra dalla scuola dei maestri scalpellini dell'Alta Valle del Savio.
Pittore, scultore ed ebanista, è uno degli ultimi testimoni di una tradizione artigianale che oggi, nell'euforia consumistica, è andata ormai definitivamente perduta.
Per le sue opere si serve di materiali naturali e eco-compatibili, come legno, pietre, colle e vernici naturali, usando tecniche antichissime, come si faceva negli opifici rinascimentali.
 
"Tecniche che ho appreso nelle ultime botteghe rimaste prima dell'avvento della sbronza modernista - dichiara l'artista - quella che ci ha fatto abbandonare la cultura della bellezza e dell'armonia a favore di una funzionalità più a misura di macchina che di uomo. Non dimentichiamo che le nostre città d'arte, edificate nel passato da artigiani ed artisti, a distanza di secoli sono ancora una fonte di ricchezza sia economica che culturale per tutta la comunità. L' ‘Artista-Artigiano' non ha solo la potenzialità di aumentare il nostro patrimonio artistico, ma ha anche la capacità di creare oggetti, opere, ambienti in armonia con la nostra anima".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -