Garlasco, Chiara Poggi uccisa con un martello?

Garlasco, Chiara Poggi uccisa con un martello?

Alberto Stasi resta l'unico indagato per l'omicidio di Garlasco

Si torna a parlare del ‘giallo' di Garlasco e dell'omicidio di Chiara Poggi, la ragazza di 26 anni uccisa il 13 agosto del 2007 in una villetta del paese bergamasco dove viveva con i genitori ed il fratello. Subito le accuse si sono rivolte contro il fidanzato Alberto Stasi, che dopo essere stato arrestato è stato liberato dopo poco. Stasi resta però indagato per l'assassinio della ragazza.

 

Ora il giallo è legato all'assenza di un martello nel garage di casa Poggi. A lanciare l'allarme è stato il padre della ragazza. La villetta era stata posta sotto sequestro fino al 16 aprile scorso, data in cui il sostituto procuratore Rosa Muscio ha autorizzato il dissequestro dell'immobile.

 

Si tratta di un oggetto che da aprile, da quando la famiglia e' tornata nella casa dissequestrata, manca all'appello e che l'assassino, probabilmente, ha portato con se'. Un'arma usata per colpire piu' volte Chiara, al volto e alla testa, fino a sfondarle la nuca.

 

Un martello comune, come quello usato dai carpentieri: quadrato da un lato e a coda di rondine dall'altro. Forme compatibili con le ferite riscontrate nel corso dell'autopsia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -