GATTEO - CAFAR, investe e aumenta la produzione

GATTEO - CAFAR, investe e aumenta la produzione

GATTEO - L’investimento per lo sviluppo ammonta a circa tre milioni di Euro di investimenti complessivi che vanno ad ammodernare e a potenziare la capacià produttiva e tecnologica dello stabilimento, sia nella linea pollo che in quella dei prodotti panati, i cosidetti prodotti a maggior valore aggiunto.


La cooperativa Cafar (Società agricola fra allevatori romagnoli) di Gatteo traccia così la strada per sgombrare il campo da polemiche e soprattutto per lanciare un segnale inequivocabile e di determinazione a rimanere competitiva sul mercato.

Un rilancio non privo di difficoltà in un anno durissimo per tutta l’avicoltura italiana e per il distretto avicolo romagnolo. Un rilancio fondamentale per l’economia del territorio e che richiede perciò il più ampio senso di responsabilità da parte di tutti.


“La Cooperativa Cafar in attività dal 1972, ha superato indenne il più difficile periodo della storia italiana dell'avicoltura – dichiara il presidente Pier Luigi Vincenzi - e sono orgoglioso di poter continuare a presentare progetti di investimento e crescita della società. Al contempo voglio ringraziare a nome di tutta la cooperativa, la Famiglia Martini. Questo per ricordare che il mantenimento di questi livelli, anche occupazionali, della cooperativa, è stato possibile solo grazie alle sinergie che dall'anno 2000 si sono avute con il Gruppo facente capo alla Famiglia Martini”.


L'anno 2006 per il comparto avicolo nazionale è stato un anno difficile caratterizzato da un primo semestre con prezzi e volumi di vendita in forte calo soprattutto a causa delle infondate notizie in merito all'influenza aviaria.

A partire dal secondo semestre 2006 i consumi hanno cominciato a crescere gradualmente e si prevede un ulteriore incremento per tutto il 2007.

E’ in questo contesto che CAFAR-Gruppo Martini, fiduciosa nella propria strategia aziendale, ha investito in tecnologie potenziando le proprie linee di lavorazione delle carni avicole. Tali investimenti consentiranno alla Cooperativa di affrontare in maniera competitiva la ripresa dei consumi.


Due i settori potenziati grazie alla manovra di investimento. È stata ampliata e ristrutturata la linea di macellazione e portata ai massimi standard per ciò che concerne la qualità del prodotto e il rispetto delle normative igenico-sanitarie, con raddoppio della sala di lavorazione e l'installazione di una nuova linea di taglio che consente la lavorazione di ben 5000 polli l'ora e garantisce un altissimo livello di sicurezza e igiene. Per questo intervento sono stati investiti 750. 000 Euro.


Ancora più consistenti sono stati gli investimenti sul reparto panati, che hanno raggiunto complessivamente la cifra di 1 milione e 600.000 Euro.

L’investimento ha consentito l’ampliamento della sala produttiva, con l’acquisto di nuovi macchinari a forte contenuto tecnologico che hanno portato ad innovare completamente il ciclo di produzione dei prodotti cotti indicati nel settore come la quarta lavorazione.


A seguito di questo piano di sviluppo, Cafar, già azienda di punta per la lavorazione e trasformazione delle carni bianche nell’ambito del Gruppo Martini, si pone come fornitore qualificato e leader per la Grande Distribuzione Organizzata.


Sul piano commerciale va registrata la decisione del Gruppo Martini di avere un suo punto vendita diretto. È stata infatti decisa per il giorno 13 dicembre l'apertura a Gatteo presso lo stabilimento di un supermercato aderente alla catena CRAI dove saranno in vendita tutti i prodotti del gruppo.

Questa struttura viene incontro alle richieste pervenute a più riprese di avere sul territorio la disponibilità di un punto vendita diretto per servire i consumatori in primo luogo, ma anche strutture di ristorazione o di comunità come asili e case di riposo.

Profilo aziendale

Cafar, (Società agricola fra allevatori romagnoli) nasce nel 1972 dall’unione di 12 allevatori locali. Lo stabilimento di via Pirandello dal 2000 fa parte del Gruppo Martini.

Lavora 270.000 polli alla settimana, con punte di 310.000.

Attualmente nell’azienda lavorano 420 addetti, tra tecnici, operai, veterinari e amministrativi.

Il fatturato registrato nel 2005, tra carni e mangimi, ha sfiorato i 73 milioni di Euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -