Gemelline scomparse, lettera shock di Schepps: ''Sarò l'ultimo a morire''

Gemelline scomparse, lettera shock di Schepps: ''Sarò l'ultimo a morire''

Gemelline scomparse, lettera shock di Schepps: ''Sarò l'ultimo a morire''

CERIGNOLA - "Sarò l'ultimo a morire, ho già fatto morire le bambine, non hanno sofferto e ora riposano in un luogo tranquillo". E' il contenuto shock di una delle lettere scritte da Matthias Schepps, il cittadino svizzero scappato con le figlie di sei anni Alessia e Livia e suicidatosi il 4 febbraio scorso alla stazione di Cerignola. Nella frase, l'avverbio "non" è scritto in maiuscolo ed è sottolineato. Sono parole che non lascerebbero molte speranza sulla sorte delle due bimbe.

 

Tuttavia la madre, Irina Lucidi, ha invitato gli investigatori a continuare a cercare le piccole: "Il mio cuore di mamma sente che le mie figlie sono vive - ha affermato all'Ansa -. Continuate a cercare, non può essere che le mie gemelline siano morte". Nella lettera l'uomo ha scritto un lungo 'mea culpa', assumendosi le responsabilità del fallimento del matrimonio con la compagno, ma senza fornire informazioni sul "luogo tranquillo dove riposano le bambine".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -