Gemelline scomparse, si indaga su una bionda vista con Schepp

Gemelline scomparse, si indaga su una bionda vista con Schepp

ROMA - La mamma di Alessia e Livia, le due gemelline di 6 anni scomparse il 30 gennaio scorso dopo essere state portate via dal padre, Matthias Schepp, suicidatosi il 4 febbraio scorso gettandosi sotto un treno alla stazione ferroviaria di Cerignola, Irina Lucidi, è arrivata in Corsica per mettersi a disposizione degli inquirenti. "Sono distrutta, disperata, ma devo continuare ad avere tanta forza", ha affermato la donna prima di partire per la Corsica.

 

La signora Irina potrebbe anche indicare agli investigatori i luoghi dove era stata in vacanza negli anni scorsi con la famiglia e dare un'interpretazione dei messaggi scritti dal marito. "Senza l'affidamento congiunto - ha scritto Schepp il 31 gennaio, poche ore prima di imbarcarsi per la Corsica - non ce la faccio. Sono completamente pazzo, malato, allo stremo, distrutto. Aiuto". Nel frattempo continuano anche le indagini su una misteriosa donna bionda vista con Schepp.

 

Un testimone, residente vicino a Macinaggio, avrebbe visto l'1 febbraio l'Audi nera di Schepp con accanto l'uomo e la donna bionda che corrisponderebbe alla descrizione fatta da Olga Orneck, la testimone di Propriano. Nella vettura c'erano le bambine, mentre i due adulti erano dietro l'Audi con il bagagliaio aperto. Secondo il testimone stavano discutendo e avevano un'aria nervosa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -