Gemelline scomparse, spunta l'ipotesi dell'avvelenamento

Gemelline scomparse, spunta l'ipotesi dell'avvelenamento

Gemelline scomparse, spunta l'ipotesi dell'avvelenamento

ROMA - Si fa sempre più inquietante la vicenda di Alessia e Livia, le due gemelline di 6 anni scomparse il 30 gennaio scorso dopo essere state portate via dal padre, Matthias Schepps, suicidatosi il 4 febbraio scorso gettandosi sotto un treno alla stazione ferroviaria di Cerignola. Dall'analisi del computer di Schepps sarebbero emerse tracce di consultazione di siti Internet che destano più di una preoccupazione tra gli inquirenti.

 

L'uomo avrebbe visitato alcuni siti dove si trovano consigli e materiali per l'avvelenamento. Si cerca anche un registratore che Schepps aveva sempre con sé. Gli inquirenti non escludono che potesse contenere un messaggio lasciato dall'uomo per chiarire la sorte delle figlie, le gemelle svizzere di sei anni Alessia e Livia.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto ufficialmente e momentaneamente, le ricerche delle bambine in Svizzera sono state sospese. Si continua a cercare invece a Cerignola, in particolare nei pozzi a cielo aperto e nelle cisterne. I controlli saranno estesi anche nelle campagne adiacenti alla linea ferroviaria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -