Genova, arresti domiciliari per presidente Autorità portuale

Genova, arresti domiciliari per presidente Autorità portuale

GENOVA – Turbativa d’asta, truffa e concussione. Sono le accuse per le quali il presidente dell’Autorità portuale di Genova, Giovanni Novi, è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’indagine della Procura sulle concessioni dei terminal.


Il provvedimento, firmato dal gip Franca Borzone su richiesta del pubblico ministero Enrico Zuffa, è stato seguito dal personale della Guardia di Finanza e dai Carabinieri che hanno provveduto ad una perquisizione nella sede dell’Autorità portuale a Palazzo San Giorno e negli uffici di Ponte dei Mille alla presenza dell’avvocato di Novi, Cesare Manzitti, del pm Walter Cotugno e del segretario dell’Autorità, Eride Moscatelli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -